galileo galilei

Galileo: 25 anni fa la Chiesa riconosceva l’errore di una fede che negava la scienza

Era il 31 ottobre del 1992, quando Papa Giovanni Paolo II, nel suo discorso ai partecipanti all’Assemblea Plenaria della Pontificia Accademia delle Scienze, ammetteva pubblicamente gli errori compiuti nel caso dello scienziato toscano, e ne spiegava la ragione.  “Se la cultura contemporanea – affermava l’allora Pontefice – è segnata da una tendenza allo scientismo, l’orizzonte culturale dell’epoca di Galileo era unitario e recava l’impronta di una formazione filosofica particolare. Questo carattere unitario della cultura, che è in sé positivo e auspicabile ancor oggi, fu una delle cause della condanna di Galilei”. Papa Giovanni Paolo spiegava così che in quel periodo[…]

Read more
galileo galilei

Scienza e fede: quattrocento anni dal Processo a Galileo Galilei

La ricorrenza del 5 marzo 2016, a quattrocento anni dal Decreto della Congregazione dell’Indice che sospendeva la pubblicazione del De revolutionibus Orbium Coelestium di Niccolò Copernico, che sosteneva la tesi di un sistema solare eliocentrico, con la Terra in orbita attorno al Sole, è uno dei momenti più emblematici delle difficoltà storiche nel rapporto tra religione e discipline scientifiche. Da alcuni è visto anche come uno dei momenti più drammatici, culminato nel processo a Gaileo Galilei. In realtà per l’epoca era un normale e inevitabile momento di riflessione e confronto dialettico, in una realtà storica e intellettuale che non aveva[…]

Read more
Eccentrico Sigismondi

Galileo, la scienza e la fede

Galileo Galilei fu uno scienziato davvero geniale.Fu il primo a usare un telescopio come strumento di indagine scientifica, potenziando di almeno 20 volte la precisione delle osservazioni ad occhio nudo; altri in Europa avevano osservato già dei corpi celesti, ma Galileo fu il primo a capire che l’astronomia non sarebbe stata più la stessa, e pubblicando il Sidereus Nuncius nel 1610 annunciò al mondo che attorno a Giove giravano 4 stelle, e che quindi la Terra non era l’unico centro possibile di moti orbitali.

Read more