Canada: Julie Payette tra scienza, fede e critiche

Nel dibattito tra scienze e religione, la politica dovrebbe avere un ruolo secondario, per quanto importante, dopo scienziati e teologi, e dovrebbe anche capire ciò che la popolazione vuole, eventualmente guidandola verso ciò che realmente può essere meglio per lei e per la nazione. Anche perché, solitamente, i politici non hanno competenze scientifiche, filosofiche o teologiche. Nella vita politica portano però naturalmente, potremmo dire anche giustamente, la propria visione del mondo e la propria fede, quando ne hanno una, o al contrario il proprio agnosticismo o ateismo. Le situazioni si complicano, anche dal punto di vista mediatico, come avvenuto in[…]

Read more