Planck: confermato il modello standard della cosmologia

INAF e ASI: La missione Planck dell’ESA conferma “la validità del modello standard della cosmologia” L’Agenzia Spaziale Europea – ASI e l’Istituto Nazionale di Astrofisica – INAF spiegano che il modello standard della cosmologia è stato confermato grazie alla missione Planck. Con quella che definiscono “una precisione senza precedenti”. Il satellite Planck dell’ESA – Agenzia Spaziale Europea è stata lanciato con il satellite Herschel il 14 maggio del 2009, dalla base di Kourou, nella Guiana Francese. Pubblichiamo integralmente la nota ufficiale INAF – ASI. Rimandando ad un nuovo articolo in cui esponiamo la sintesi di questa scoperta, della sua importanza, delle prospettive per[…]

Read more

Gran Sasso: Meeting sulla Materia Oscura

Dal 5 al 9 marzo il GSSI – Gran Sasso Science Institute – ha ospitato il General Meeting della Collaborazione scientifica DarkSide, sulla materia oscura. A questi cinque giorni di studi hanno partecipato studiosi provenienti da tutto il mondo. Si sono confrontati sui più recenti sviluppi della fisica nell’ambito di indagine della presenza nell’universo della materia oscura, delle sue caratteristiche, e delle su interazioni con la materia non oscura. Anticipando o ipotizzando quelli che saranno i possibili futuri avanzamenti in quest’ambito di ricerca. Questo evento internazionale era promosso dal GSSI, dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN e dalla Princeton University. Nel[…]

Read more
L'esperimento AMS2

L’esperimento AMS2: per studiare l’antimateria e la materia oscura

Questo esperimento internazionale, ideato e coordinato dal premio Nobel Samuel Ting (MIT – CERN), è stato costituito da sessanta istituzioni di sedici paesi, con un team di studio che coinvolge seicento scienziati e ricercatori, è stato finanziato con circa 1,5 miliardi di euro. Progettato per identificare nello spazio particelle di materia oscura e di antimateria, è costituito da un rivelatore di particelle che nell’ultima missione NASA dello Space Shuttle, l‘Endeavour STS-134, nel mese di maggio, è stato collocato in orbita geostazionaria installandolo su di un modulo esternamente alla ISS, la Stazione Spaziale Internazionale.

Read more