Laboratori Nazionali di Fisica Nucleare del Gran Sasso

Gli astronauti della NASA ai Laboratori Nazionali del Gran Sasso

Cosa hanno in comune lo Shuttle, e la ISS, la Stazione Spaziale Internazionale, con i Laboratori del Gran Sasso ? Lo studio dello spazio e delle leggi fisiche che formano e regolano l’universo passa indifferentemente attraverso esperimenti in orbita, esperimenti sotterranei,  missioni spaziali. Così, pur cambiando tendenzialmente strumenti, mezzi e ambienti operativi che siano in una montagna, sotto centinaia di metri di roccia, o a velocità ipersoniche in orbita geostazionaria, non vi è però differenza nell’approccio scientifico, nelle metodologie, negli obiettivi fondamentali delle ricerche. Quando le ricerche non sono poi complementari e finalizzate a progetti comuni.  

Read more

Le scienze evolutive possono negare la Fede ?

La domanda, innescata dalla lettera di un lettore del National Catholic Register è alla base di un recente articolo apparso su tale giornale; il lettore chiede come considerare affermazioni come quelle del giornalista scientifico John Farrell, che partendo anche dal polimorfismo genetico, dalle pagine di Forbes aveva auspicato una evoluzione delle teologia, ipotizzando che la scienza sostanzialmente porti a disconfermare la fede e le sue credenze.

Read more

Papa Benedetto XVI: le Università luoghi in cui si cerca la verità

Questo uno dei punti principali del discorso del Santo Padre per l’incontro con i giovani professori nella Basilica del Monastero di san Lorenzo all’Escorial, il 19 agosto 2011, durante il Viaggio Apostolico per la  XXVI Giornata Mondiale della Gioventù. Il Pontefice ha citato le proprie esperienze di giovane professore nel dopoguerra, all’Università di Bonn, auspicando che anche oggi sia possibile vivere il percorso universitario come un “cammino verso la verità piena”, che coinvolge “l’intero essere umano”, ovvero “un cammino dell’intelligenza e dell’amore, della ragione e della fede”.

Read more

Tra cultura scientifica, cultura umanistica e visione religiosa della realtà: scontro tra culture o saperi differenti che possono integrarsi?

Un dibattito presso il Liceo Scientifico Da Vinci di Reggio Calabria, per celebrare il centenario del Congresso della Società Filosofica Italiana; organizzato dal prof. Tonino Filardi, il 12 maggio ha visto alternarsi e confrontarsi docenti, filosofi e religiosi, esaminando le varie visioni culturali e filosofiche dei saperi scientifici, umanistici e religiosi. Link Mediterraneonline

Read more

László Földényi: perché anche i non credenti non possono negare l’idea di Dio

Se un non credente, un uomo di cultura come László Földényi, in una intervista ad Avvenire si dichiara “persona non religiosa” e allo stesso tempo afferma la necessità dell’idea di Dio e della metafisica, c’è da credere che non sia un parere interessato o di parte, quanto la matura riflessione di un acuto intellettuale, che pur non conoscendo Dio sente che “tutti i momenti importanti” della sua esistenza “sono stati religiosi”. Perché “anche se non si ha fede in Dio, ciascuno di noi fa l’esperienza ricorrente, insita nella vita umana, di una profonda coerenza oltre le strutture sociali ed economiche”;[…]

Read more

In ascolto dell’eco del Big Bang

da  L’Osservatore Romano, 27.10.2010 In ascolto dell’eco del Big Bang di Maria Maggi La radiazione cosmica di fondo porta con sé informazioni preziose in grado di dare delle risposte alle domande aperte della cosmologia moderna.La prima mappa dei cielo realizzata dal satellite europeo Planck per lo studio della radiazione cosmica di fondo è completata. E basata sulle osservazioni compiute fra l’agosto 2009 e il giugno 2010 ed è un’anticipazione del primo coiisuntivo ufficiale dei dati acquisiti finora nella missione. Oltre a mostrare un quadro dettagliato dell’emissione galattica, ha ofltrto la prima concreta dimostrazione delle grandi prestazioni che è in grado[…]

Read more

Evandro Agazzi: scienza e teologia non possono uscire dai propri ambiti, possono solo dialogare

Il prof. Agazzi lo ha spiegato nella conferenza tenuta a Roma il 24 novembre scorso per il Master in Scienza e Fede, nell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Dobbiamo evitare l’idea “che la scienza sia capace di risolvere tutti i problemi umani”, ha affermato, e soprattutto che sia in grado di provare l’esistenza o non esistenza di Dio, e di dare quindi alla fede basi empiriche per confermarla o per negarle validità oggettiva e razionale. Ma la ricerca scientifica non ci offre certezze nemmeno per la conoscenza del mondo fisico; così, se “il positivismo poteva ancora illudersi che la scienza desse delle[…]

Read more