sindone

Di Lazzaro: alcune ipotesi a favore dell’autenticità della Sindone

Paolo Di Lazzaro, direttore di ricerca dell’Enea e vicedirettore del Centro Internazionale di Sindonologia di Torino, ha pubblicato su Academia.edu un nuovo articolo scientifico con ipotesi a favore dell’autenticità della Sindone. L’articolo è un estratto dai proceedings dell’International Symposium on High Power Laser Systems, a cui Di Lazzaro ha partecipato con altri ricercatori. Influence of ultraviolet radiation on the color of blood stains embedded in the archaeological textile known as the Shroud of Turin. Influenza delle radiazioni ultraviolette sul colore delle macchie di sangue incorporate nel tessuto archeologico noto come la Sindone di Torino. Questo il titolo dell’articolo, firmato da Paolo Di[…]

Read more
Mappa sensazioni e sentimenti umani

La mappa delle sensazioni e dei sentimenti umani

Uno studio su sensazioni e sentimenti umani realizzato da ricercatori delle università finlandesi di Aalto e Tampere. Gli studiosi hanno realizzato una mappa dei possibili sentimenti e sensazioni provati dall’essere umano, visibile nel video in questo articolo. Lo studio ha coinvolto 1.026 persone, che hanno partecipato tramite sondaggi online. È stato pubblicato il 28 agosto 2018 su Proceedings of the National Academy of Sciences – PNAS, con il titolo Maps of subjective feelings. Gli autori sono Lauri Nummenmaa, Riitta Hari, Jari K. Hietanen, e Enrico Glerean. L’articolo su PNAS è stato revisionato da Christian Keysers e Leonhard Schilbach. Pur parlando di una importante e[…]

Read more
elphic_south_north_lunar_pole_ice

La Nasa conferma: ghiaccio sui poli lunari

Il ghiaccio è stato rilevato dal Luna Mineralogy Mapper della NASA: importante per future missioni e insediamenti umani sulla Luna Nell’immagine – cortesia Agenzia Spaziale Nazionale Americana – è possibile osservare come il ghiaccio superficiale sia presente al polo sud della luna – immagine a sinistra – e al polo nord – immagine destra. In queste zone la temperatura della superficie non supera mai i – 250 gradi Fahrenheit = – 121 gradi Celsius. La ragione è la minima inclinazione dell’asse di rotazione della Luna, per cui la luce solare non arriva mia in queste aree. L’immagine elaborata è in scala di grigi:[…]

Read more
evoluzione

L’Uomo, tra antenati Neanderthal e inspiegabili salti evolutivi

In queste settimane sono stati pubblicati i risultati di recenti studi che hanno introdotto o rafforzato alcune ipotesi sull’origine degli esseri umani, e sul loro progressivo sviluppo evolutivo, anelli mancanti permettendo, ovvero considerando comunque che alcuni dei passaggi intermedi nell’ominizzazione dei nostri antichi antenati e nel loro evoluzione fisica e culturale, sono tuttora oggetto di indagini.

Read more

Evoluzione come adattamento casuale ?

Secondo uno studio di alcuni ricercatori dell’Università di Tucson, in Arizona, guidati dalla prof.ssa Joanna Masel, gli esseri viventi si adatterebbero all’ambiente in conseguenza di mutazioni casuali, dovute a “errori genetici”, e che si dimostrerebbero vincenti, o comunque capaci di garantire la sopravvivenza, se non la supremazia, dei soggetti mutati. La ricerca, pubblicata su PNAS, Proceedings of the National Academy of Sciences, ha analizzato la crescita e lo sviluppo di colonie di lieviti, permettendo anche di definire un modello matematico di evoluzione, e di simularne così teoricamente le possibili modificazioni genetiche su periodi di tempo molto più ampi.

Read more

L’evoluzione dei batteri in laboratorio. Un pugno negli occhi per gli antievoluzionisti ?

di Mihael Georgiev da Origini, www.origini.info Il quotidiano La Repubblica ha dedicato una pagina intera all’esperimento diretto da Richard Lenski che dimostrerebbe l’evoluzione in laboratorio. La pagina, pubblicata l’11 ottobre 2008 e firmata da Piergiorgio Odifreddi, prende spunto dai risultati dell’esperimento e dalla successiva polemica online fra Lenski e Conservapedia (www.conservapedia.com), un sito-enciclopedia sul modello di Wikipedia, ma di orientamento conservatore. I fatti riportati sono affidabili, ma lo è meno l’interpretazione che se ne dà. L’esperimento Nel 1988 Richard Lenski ha iniziato 12 colture di un ceppo di Escherichia coli (i colibatteri che vivono nell’intestino umano), osservandoli generazione dopo generazione[…]

Read more