Cern control room 1975

Il Cern: com’era in una immagine d’epoca

Il Cern ha pubblicato su Facebook e Twitter questa fotografia del 1975 Mostrandoci come erano gli ambienti, le tecnologie, e il modo di lavorare negli anni settanta. Nell’immagine in bianco e nero è possibile vedere alcuni scienziati e ricercatori in una control room – centro di controllo – di quel periodo. È la control room dell’esperimento R406 presso l’ISR – Intersecting Storage Rings. Progettato negli anni sessanta e attivo dal gennaio del 1971 al 1984, l’ISR è stato il primo collisore di adroni realizzato nel mondo. Nella struttura, oltre agli scienziati del Cern, collaboravano anche ricercatori dell’università di Bologna. 1975: Control-room style https://t.co/QMS0KceCA6[…]

Read more
fabiola gianotti cern lhc large hadron collider

Per Fabiola Gianotti, nuovo direttore del CERN, scienza e fede non sono incompatibili

La notizia attuale è che il fisico italiano Fabiola Gianotti dal 1 gennaio 2016 ha ufficialmente iniziato il proprio mandato quinquennale di direttore generale del CERN – Conseil européen pour la recherche nucléaire, il più importante centro internazionale di ricerca sulla fisica nucleare, con sede a Ginevra, Svizzera. Un incarico in realtà già annunciato il 4 novembre del 2014 (vedi SRM), e formalizzato nel dicembre successivo, e che in Gianotti vede la prima donna ad assumere tale prestigioso ruolo. Nata il 29 ottobre 1962 a Roma, laureata in fisica sub-nucleare all’Università Statale di Milano, dove ha anche ottenuto il dottorato di[…]

Read more
CERN LHC Large Hadron Collider

Il CERN festeggia i suoi 60 anni con la nuova partenza dell’LHC

Il CERN di Ginevra, festeggia quest’anno i suoi 60 anni di attività scientifica, e in queste settimane ha annunciato anche la partenza di un nuovo periodo di esperimenti di tre anni con l’LHC – Large Hadron Collider, il più grande acceleratore di particelle al mondo. Negli ultimi 16 mesi l’LHC e le altre componenti dell’acceleratore, alcune delle quali come il Proton Synchrotron erano entrate in servizio alla fine degli anni ’50, sono infatti stati sottoposti ad un intenso programma di manutenzione, aggiornamento e potenziamento, aumentando anche l’energia potenziale dei fasci di particelle. L’annuncio è stato dato in una conferenza stampa[…]

Read more