La Sindone tra Scienza e Fede

Intervista a P. Gianfranco Berbenni, 29 febbraio 2008 Durante la Conferenza Internazionale “La Sindone tra Scienza e Fede”, organizzata lo scorso 29 febbraio dal Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum, in collaborazione con l’Istituto Veritatis Splendor di Bologna, abbiamo intervistato uno dei relatori, P. Gianfranco Berbenni. Qual’è il significato teologico della Sindone ? Il significato teologico della Sindone è nell’avere il corpo reale del Cristo avvolto nel telo; è quella che noi definiamo una reliquia, ma è una particolarissima reliquia, perché è l’unica che conserva traccia fisica del corpo di Gesù. Lei è davanti all’ologramma, che è[…]

Read more

Peter Harrison: A new understanding of evolution and faith relationship

Could you describe us the history, the reasons and the targets of the Ian Ramsey Center ? The Centre was founded in 1985 for the study of religious beliefs in relation to the sciences and medicine. It is a centre of the Theology Faculty in the University of Oxford. The Centre was named after Ian Ramsey, an Oxford Professor of the Philosophy of Religion and later Bishop of Durham, and who had interest in science, religion and medicine. The Centre runs a seminar programme, hosts an annual international conference, and is home to a number of research projects on science[…]

Read more

Pavel Florenskji: Nulla va perduto

Pubblichiamo la prima parte dell”intervista-colloquio di Paolo Centofanti, Direttore SRM, con il Prof. Adriano Dell’Asta, Vicepresidente della Fondazione Russia Cristiana e docente di Letteratura Russa all’Università Cattolica di Milano, sulla figura di Padre Pavel Florenskji. “Nulla va perduto”. Qual’è il significato del titolo della mostra ? Il titolo si lega alla esperienza complessiva di P. Pavel Florenskji, che si situa tra la fine del 19mo e la prima metà del 20mo secolo; Florenskji nasce nel 1882 e muore fucilato l’8 dicembre del 1937. “Nulla va perduto” vuol proprio significare che questa vita, che si conclude tragicamente e che sembra essere[…]

Read more

Il rapporto tra Pavel Florenskji e la natura

Pubblichiamo la seconda parte dell”intervista-colloquio di Paolo Centofanti, Direttore SRM, con il Prof. Adriano Dell’Asta, Vicepresidente della Fondazione Russia Cristiana e docente di Letteratura Russa all’Università Cattolica di Milano, sulla figura di Padre Pavel Florenskji.   L’immagine di apertura della mostra “Nulla va perduto”, dedicata a P. Pavel Florenskji, è uno scenario naturale, un paesaggio russo.Qual’è il rapporto tra Pavel Florenskji e la natura ? E’ un rapporto fondamentale; Padre Pavel era colpito dalla bellezza e dalla maestosità della natura, era colpito dalla bellezza e dalla grandiosità del creato; e questo costantemente lo rimandava al significato delle cose. La natura,[…]

Read more

P. Gianfranco Berbenni: uno studio interessante, ma manca proprio di scientificità

parte 1 Dal punto di vista scientifico come valuta le conclusioni e i presupposti della ricerca del prof. Garlaschelli, sia dimostrativi che di metodo ? Una valutazione di metodo in generale è che per la prima volta ci si occupa dell’intera Sindone, non soltanto del volto, cercando di studiare la formazione non unicamente sul volto, ma sull’intero tessuto. Questo è positivo, anche se intelligentemente, volendo negare l’autenticità della Sindone con questa ricerca, hanno voluto preventivamente superare l’obiezione del non sapere riprodurre la Sindone intera. Se in questo presupposto abbiamo dato un giudizio positivo, in quanto metodologia di ricerca su tutto[…]

Read more

Mons. Melchor Sanchez de Toca: nell’Anno dell’Astronomia, studiamo l’Universo per contemplare l’opera di Dio

Pubblichiamo l’intervista che Mons. Melchor Sanchez de Toca y Alameda, General Coordinator del Progetto STOQ e Sottosegretario del Pontificio Consiglio della Cultura, ha cortesemente rilasciato ad SRM, subito dopo l’inizio del Convegno che si è svolto dal 30 novembre al 2 dicembre scorsi presso la Pontificia Università Lateranense, e che ha ufficialmente concluso le celebrazioni per l’Anno Internazionale dell’Astronomia, e per i 400 anni dalla prima osservazione di Galileo Galilei con il telescopio Quale bilancio è possibile tracciare, alla chiusura delle iniziative per l’anno Internazionale dell’Astronomia, dedicato a Galileo ? Quasi un anno fa, il 27 gennaio, Mons. Ravasi presentava[…]

Read more

Clavius: un progetto per misurare il diametro del sole

Sul progetto CLAVIUS, frutto della collaborazione tra Italia (Lombardia) e Svizzera (Ticino), con il contributo dell’Università di Roma La Sapienza, mirato alla misura in alta risoluzione del diametro solare, abbiamo intervistato il prof. Costantino Sigismondi, astrofisico della Sapienza e docente per il Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Il progetto, spiega Sigismondi, “prende nome da padre Cristoforo Clavio, gesuita e astronomo (1535-1612), il quale osservò l’eclissi dell’anno 1567; osservazione che, analizzando i dati di Clavio, induce a ipotizzare che il diametro del Sole potesse essere allora maggiore, rispetto ad oggi, di 1 parte su 1000. Considerando però[…]

Read more

Fiorenzo Facchini: il simbolismo dei Neandertaliani

Pubblichiamo intervista di Paolo Centofanti, a Mons. Fiorenzo Facchini, antropologo dell’Università di Bologna Lei è intervenuto nei giorni scorsi alla Scuola Estiva di Poblet, che quest’anno aveva come tema Evoluzione e Comportamento. Quali sono le sue impressioni e valutazioni conclusive su questa settimana di studi ? Credo sia stato un incontro utile e intenso, sia per gli argomenti trattati che per la partecipazione di esperti di diverse discipline, interessate a diverso titolo al tema del comportamento nei primati, tema che in qualche modo sfiora, se non l’affronta direttamente, anche il comportamento degli esseri umani, e le caratteristiche comportamentali negli uni[…]

Read more

Tra Sacre Scritture e nuove tecnologie, un corretto rapporto tra Scienza e Fede

Nell’ambito del convegno “Astronomy: A Common Ground for Sharing Humanity’s Concerns”, organizzato dalla Specola Vaticana dal 22 al 26 giugno 2009, con il Patrocinio del Pontificio Consiglio della Cultura, Paolo Centofanti, Direttore SRM, ha intervistato S.E. Mons. Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, sul rapporto odierno tra Sacre Scritture e astronomia, sul “caso Galileo” e sull’importanza delle attuali tecnologie di comunicazione per definire una corretta informazione sul rapporto tra scienza e fede. Pubblichiamo l’intervista, e nei prossimi giorni l’introduzione di P.  Josè Luis Funes, Direttore della Specola Vaticana, e gli abstracts degli interventi del Prof. Marco Bersanelli, e[…]

Read more