ammassi stellari

NASA, un convegno per prepararsi a scoprire vita extraterrestre

Entro i prossimi venti anni avremo la prova di forme di vita non terrestre, prevede la NASA: ne troveremo di basilari, che potrebbero vivere anche in ambienti biologicamente e chimicamente molto ostili e totalmente diversi dal nostro; oppure potrebbero essere anche paragonabili, se non superiori, agli esseri umani. Le probabilità sono elevate, considerando pure che, ad oggi, i pianeti individuati al di fuori del sistema solare sono già più di 1400. Ma quali possono essere le conseguenze scientifiche, sociali e psicologiche di un tale incontro, e come possiamo essere preparati a gestirlo ? Se ne è parlato il 18 e[…]

Read more
ESO ELT Extremely Large Telescope

La ricerca astronomica e spaziale in Europa

Su Cordis Express, sito della Comunità Europea su scienza, ricerca, sviluppo, un servizio dedicato alla ricerca astronomica e spaziale in Europa e ai progetti scientifici e divulgativi sostenuti dall’UE. Una ricerca importante non solo perché risponde alla volontà di conoscenza dell’uomo sull’ignoto: è fondamentale per il progresso della scienza, e comporta notevoli ricadute e innovazioni in ambiti industriali, tecnologici e economici. La pensa in questo modo anche il sessanta per cento dei cittadini europei: da una indagine sociale realizzata da Eurobarometro, è emersa infatti la convinzione che le ricerche spaziali diano impulso allo sviluppo scientifico, possano proteggere il nostro pianeta da[…]

Read more
ESA Planck in the Space

Planck: riscrivere il Big Bang ?

L’Agenzia Spaziale Europea – ESA ha annunciato che dalle analisi effettuate su una nuova mappa dell’universo realizzata tramite il telescopio spaziale Planck Surveyor, potrebbe essere necessario ridefinire alcune questioni fondamentali della cosmologia, come la radiazione cosmica di fondo e il Big Bang. Jan Tauber, responsabile scientifico del progetto Planck, lo ha così spiegato “Si scopre che la maggior parte di questa immagine, la maggior parte di questa mappa, si adatta splendidamente al nostro semplice modello” cosmologico. Allo stesso tempo, continua, “qualcosa di ciò che stiamo trovando non è come ce lo saremmo aspettato, per quanto riguarda le caratteristiche dell’intero universo”[…]

Read more
james woodend aurora su una laguna di ghiacciai

Osservatorio di Greenwich: le più belle foto astronomiche del 2014

Il Royal Observatory di Greenwich bandisce annualmente un concorso pubblico e internazionale per le più belle foto di astronomia; in questa edizione 2014, come annunciato dagli organizzatori, hanno partecipato fotografi provenienti da oltre cinquanta nazioni, tra cui Colombia, Hong Kong, Nuova Zelanda, Filippine. L’Osservatorio in questi giorni ha annunciato e pubblicato sul suo sito ufficiale i nomi degli astrofotografi selezionati, e le loro opere. Come spiega il sito, sono “immagini incredibili del cielo , che vanno dal all’interno del nostro sistema solare fino allo spazio profondo”, e che mostrano ad esempio eclissi solari, ammassi stellari, galassie e nebulose, aurore boreali,[…]

Read more
Nicolas Gisin

Svizzera: premio Marcel Benoist 2014 al fisico Nicolas Gisin

Sarà conferito al fisico Nicolas Gisin per la sua pionieristica e fondamentale attività di studi sulla meccanica e crittografia quantistica e sulle loro possibili applicazioni pratiche, il Premio Marcel Benoist 2014. Istituito dal Consiglio Federale Svizzero nel 1920 da un lascito di Marcel Benoist, il riconoscimento è considerato il Nobel svizzero per la scienza. Ad oggi dieci dei suoi vincitori hanno successivamente vinto anche il Nobel svedese. Benoist era un avvocato francese, che nel 1914 si trasferì a Losanna, in Svizzera, dove morì nel 1918. Il premio a lui intitolato viene assegnato annualmente dalla fondazione omonima ad uno studioso che[…]

Read more
Scimmia Bonobo, Wikipedia

Neuroscienze: il cervello cambia dimensioni al cambiare dello status sociale

Il cervello degli esseri umani e di molte specie animali, tra cui i primati, cresce o si restringe in connessione al variare del proprio status sociale. Lo dimostrerebbe uno studio pubblicato su Plos Biology e segnalato da Science Magazine, che ha ripreso la notizia dalla BBC. La ricerca è stata realizzata con un gruppo di venticinque macachi, studiati tramite risonanza magnetica: ne emergerebbe che alcune specifiche aree del cervello si erano espanse negli individui dominanti, mentre altre aree erano di maggiori dimensioni negli individui più in basso nella gerarchia sociale. Negli individui più in alto socialmente, l’attività del cervello era[…]

Read more
Cervello

La sorprendente complessità del cervello

Da oltre un secolo gli scienziati cercano di definire correttamente la struttura e il funzionamento del cervello, e negli ultimi anni gli studiosi pensavano che a breve sarebbe stato possibile definirne una mappa affidabile; in realtà, sembra che sarà necessario altro tempo per riuscirci, come dimostrerebbe uno studio dagli Stati Uniti, realizzato da un gruppo di ricercatori dell’Università Stanford di San Francisco, California: gli autori principali sono Joanna Mattis, dottoranda, e Julia Brill, docente associata; coautori Talia Lerner, Thomas Davidson, Minsuk Hyun e Charu Ramakrishnan. Pubblicata il 27 agosto 2014 sul Journal of Neuroscience, la ricerca avrebbe stabilito, utilizzando la tecnica optogenetica,[…]

Read more