Ginevra: accordo quadro tra Cern e Esa

Il CERN, l’organizzazione europea per la ricerca nucleare, e l’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, il 28 marzo 2014 hanno formalizzato a Gineva, Svizzera, un accordo quadro di collaborazione tecnologica e scientifica, che prevede che i due istituti, e i loro ricercatori, si confrontino su ricerche e tematiche di comune interesse, scambiandosi informazioni e collaborando a progetti comuni. Gli ambiti di riferimento vanno dalla ricerca teorica e di base, alle loro applicazioni base, allo sviluppo congiunto di nuove tecnologie, tra cui le microtecnologie e i materiali avanzati.Firmato da Rolf Heuer e Jean-Jacques Dordain, direttori generali rispettivamente del Cern di Ginevra e dell’ESA,[…]

Read more

Un nuovo pianeta nel Sistema Solare

Non ha ancora un nome, ma una sigla, 2012 VP113, il nuovo pianetoide scoperto nel nostro sistema solare, il secondo ad essere individuato nella zona di confine del nostro sistema solare, nella regione conosciuta come nube di Oort, da cui provengono numerose comete.Dieci anni prima, nella stessa regione dello spazio era stato individuato Sedna, un altro pianeta di piccole dimensioni, con un diametro di soli mille chilometri, ad una distanza dalla Terra pari a circa 76 volte quella che la separa dal Sole. Ne parlano in un articolo su Nature 507, 471–474 (27 March 2014) doi:10.1038/nature13156, i due astronomi statunitensi che[…]

Read more

Nature: ecco il primo asteroide con anelli

È Chariklo 10199 il primo asteroide nel nostro sistema solare di cui è stato scoperto un sistema di anelli, simile a quello del pianeta Saturno.Ne parla la rivista scientifica Nature, doi:10.1038/nature13155, in un articolo pubblicato il 26 Marzo 2014, dove vengono descritte le recenti osservazioni effettuate sul corpo celeste, che era stato individuato nel 1997, e le sue caratteristiche. Fino alla sua scoperta, si pensava che solo i grandi pianeti potessero essere circondati da uno o più anelli di detriti o altro materiale.Appartiene alla classe Centauro, che comprende piccoli asteroidi che orbitano principalmente tra Urano e Saturno, con un raggio approssimativo di[…]

Read more

CERN e Laboratori del Gran Sasso: individuato il quarto neutrino trasformista

Il CERN di Ginevra e i Laboratori Nazionali del Gran Sasso INFN/LNGS, hanno annunciato di aver fotografato un nuovo neutrino trasformista. Lanciato dalla struttura di ricerca svizzera, un fascio di neutrini mu o muonici, è arrivato dopo 730 chilometri ai rilevatori del Progetto Opera, dove è stato individuata una particella che aveva cambiato stato in tau.La notizia è stato annunciata martedì 25 marzo durante un seminario di studi al Gran Sasso, nella sede dei Laboratori.Giovanni De Lellis ricercatore dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – INFN, responsabile del gruppo di scienziati che lavora al progetto Opera, ha dichiarato che “l’arrivo del[…]

Read more

Flame: studiare l’atmosfera con i laser

L’utilizzo delle tecnologie laser per lo studio dell’atmosfera consente di realizzare sperimentalmente eventi nell’atmosfera, ottenendo informazioni e dati fisici normalmente non riproducibili, oltre che difficilmente tracciabili in natura, se non ad esempio “inseguendo” il verificarsi di tali eventi in natura.Laser particolarmente potenti, consentono ad esempio di simulare e riprodurre le conseguenze dei fulmini, analizzando il modo in cui i gas atmosferici reagiscono fisicamente e chimicamente con fasci di energia lanciati dalla terra verso il cielo.È ciò che si può ottenere con Flame, il superlaser ad altissima energia progettato e sviluppato nel laboratorio SparcLab dal gruppo GAP-Biophotonics di fisica applicata dell’Università[…]

Read more

La vita ? forse originata dalle profondità della Terra, e non da meteoriti

Una ipotesi avanzata da un gruppo di ricercatori dell’università di Leeds, in Gran Bretagna, guidati dal chimico Terry Kee. Lo studio, al quale ha collaborato anche Laura Marie Barge, Postdoctoral Fellow all’Istituto di Astrobiologia della NASA, contraddirebbe le recenti teorie secondo le quali le basi primordiali della vita sarebbero arrivate sul nostro pianeta dallo spazio profondo, tramite asteroidi. Pubblicata il 12 marzo 2014 sulla rivista scientifica Astrobiology, la ricerca presuppone invece che tali basi si siano generate nella terra stessa, per cause chimiche e geologiche, ad esempio per reazioni chimico-fisiche all’interno di fonti geotermali.Gli scienziati hanno realizzato delle simulazioni in[…]

Read more

Miracoli: quando la scienza incontra la fede

I miracoli non sono affatto una questione semplice, e non riguardano solo i credenti. Non appartengono alla sola sfera delle fede, né si verificano solamente per chi crede, né sono solo ciò che apparentemente resta inspiegabile: sono ciò che resta inspiegabile per la scienza, oltre tutte le possibili spiegazioni logiche, razionali. Così, come possono beneficiare anche non credenti, a volte ai non credenti sicuramente si rivolgono, nel momento in cui devono essere verificati dalla scienza ufficiale, e capita che il compito spetti a studiosi dichiaratamente scettici, se non atei.Questo è quanto capitato ad una scienziata atea, la professoressa Jacalyn Mary[…]

Read more

Scoperto in Portogallo il più grande dinosauro europeo

Sono stati rinvenuti in Portogallo, al nord di Lisbona, i resti del Torvosaurus Gurneyi, questo il nome scientifico attribuito a quello che potrebbe essere une dei più grandi dinosauri europei, se non la più grande.La scoperta si deve ad un gruppo di ricercatori guidati da due scienziati portoghesi, Christophe Hendrickx dell’Università Nova di Lisbona, e Octavio Mateus, del Museo di Lourinha. I due studiosi ne hanno parlato sul numero di PLOS – Public Library of Science ONE, in un articolo dal titolo Torvosaurus gurneyi n. sp., the Largest Terrestrial Predator from Europe, and a Proposed Terminology of the Maxilla Anatomy in[…]

Read more