Nature: i cambiamenti climatici aumentano pure i rischi di guerre e conflitti

Nuovo studio, pubblicato sulla rivista scientifica Nature, mostra come un aumento della temperatura media terrestre di 2 gradi centigradi, causi un aumento del 13% delle probabilità di guerre e conflitti armati. E nel caso in cui l’aumento delle temperatura arrivasse a 4 gradi centigradi, il rischio di guerre e altri conflitti armati raddoppierebbe, arrivando al 26 per cento. La ricerca è stata definita da undici studiosi di clima e di conflitti armati. I ricercatori lavorano in varie istituzioni accademiche e di ricerca internazionali, tra cui le università di Stanford, di Exeter, e il Peace Research Institute di Oslo. I ricercatori[…]

Read more

Stati Uniti: il Pentagono continua ad indagare sugli Ufo

La notizia che il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti continua a portare avanti indagini sul possibile “fenomeno” Ufo, è apparsa in questi giorni su diverse agenzie di stampa. Lo avrebbe rivelato lo stesso Pentagono, tramite il portavoce del Dipartimento della Difesa. Spiegando che le indagini governative ufficialmente concluse nel 2012, in realtà stanno continuando.  Il nome del progetto di studi sugli oggetti volanti non identificati è Aatip – Advanced Aerospace Threat Identification Program. Programma avanzato di identificazione delle minacce aerospaziali. La denominazione spiega comunque gli obiettivi molto più globali del programma: investigare su tutti gli oggetti volanti sul momento[…]

Read more
Nasa 60 anni

La Nasa festeggia 60 anni parlando di aeronautica

L’aeronautica è nel dna della Nasa, nella ragione che ha portato alla sua creazione, e nel suo stesso nome. L’acronimo NASA sta infatti per National Aeronautics and Space Administration – Ente Nazionale per le attività Spaziali e Aeronautiche. Questa agenzia governativa deriva dal National Advisory Committee for Aeronautics. Una commissione istituita nel 1915 negli Stati Uniti per “supervisionare e dirigere lo studio scientifico dei problemi del volo”. Possiamo dire che siano quindi più di cento anni che la Nasa si occupa dell’aeronautica e di tutte le questioni tecnologiche connesso al volo. Dagli inizi del ventesimo secolo ad oggi, l’industria aeronautica – civile[…]

Read more
Volto Sindone positivo negativo

Sindone: Borrini replica alle critiche e difende lo studio

Sindone, Borrini ha risposto alle critiche avanzate allo studio Cicap realizzato con Garlaschelli Matteo Borrini ha confermato a Radio Vaticana quanto affermato con Luigi Garlaschelli nella ricerca pubblicata sul Journal of Forensic Sciences,  rivista scientifica che si occupa di scienza forense. Ovvero che almeno il cinquanta per cento della macchie di sangue presenti sul Sacro Telo sarebbero false, o comunque artefatte. Lo studio del Cicap – Comitato Italiano per il Controllo delle Affermazioni sulle Pseudoscienze, ha ricevuto critiche da diversi studiosi della Sindone. Convinti che questa ricerca sarebbe inadeguata, e carente dal punto di vista scientifico. Borrini ha spiegato a Radio Vaticana due[…]

Read more

Planck: confermato il modello standard della cosmologia

INAF e ASI: La missione Planck dell’ESA conferma “la validità del modello standard della cosmologia” L’Agenzia Spaziale Europea – ASI e l’Istituto Nazionale di Astrofisica – INAF spiegano che il modello standard della cosmologia è stato confermato grazie alla missione Planck. Con quella che definiscono “una precisione senza precedenti”. Il satellite Planck dell’ESA – Agenzia Spaziale Europea è stata lanciato con il satellite Herschel il 14 maggio del 2009, dalla base di Kourou, nella Guiana Francese. Pubblichiamo integralmente la nota ufficiale INAF – ASI. Rimandando ad un nuovo articolo in cui esponiamo la sintesi di questa scoperta, della sua importanza, delle prospettive per[…]

Read more

Audiweb febbraio 2018, lettori e visite

Audiweb, tabella di sintesi sui dati dell’audience di internet: totali, Pc e Mobile Pubblichiamo sintesi delle analisi Audiweb del traffico sulla rete nel mese di febbraio 2018, sui siti web degli editori che aderiscono al servizio. Come anticipato sul giornale SRM nel mese di marzo 2018, vogliamo offrire una opportunità ai nostri lettori. Conoscere a livello globale il modo in cui sono fruiti alcuni dei maggiori prodotti editoriali presenti sul web. E i relativi trend e andamenti. Non tutti gli editori ovviamente hanno aderito al servizio Audiweb, e sono quindi presenti in questa o in altre tabelle e rilevazioni. Non è[…]

Read more

Scienza, fede e salute: la religione aiuta a vivere di più e meglio ?

Lo mostrerebbe uno studio realizzato da ricercatori della Emory Rollins School of Public Health, pubblicato su Plos One con il titolo Religion, a social determinant of mortality? A 10 year follow-up of the Health and Retirement Study – Religione, un determinante sociale della mortalità? Un follow up di 10 anni dello studio sulla salute e sul pensionamento. La ricerca è durata 10 anni, dal 2004 al 2014, e ha coinvolto 18.370 cittadini statunitensi di età pari o superiore ai 50 anni, intervistati durante tutto il periodo dell’indagine. Praticare una religione ridurrebbe il rischio mortalità del 40%, e porterebbe ad avere uno stile[…]

Read more

Come democratici e repubblicani vedono la fede e la chiesa

A differenti posizioni politiche corrispondono differenti visioni della società civile e delle realtà sociali, educative, culturali e istituzionali che vi operano, del loro peso sociale e culturale, e del modo in cui contribuiscono a definire opinioni, cultura, orientamenti e comportamenti dei suoi cittadini. Visioni che naturalmente si differenziano, e spesso si contrappongono, anche per quanto concerne le istituzioni religiose, a prescindere anche dalla fede professata da ciascuno. Opinioni contrapposte, che possono a volte anche essere non in linea con quelle del proprio elettorato, e che troviamo a maggior ragione quando si parla di scienza, e si decide ad esempio di[…]

Read more

Nuova udienza giovedì per valutare le cure sperimentali per il piccolo Charlie

Sarà necessario aspettare fino a giovedì 13 luglio per sapere la decisione dell’Alta Corte britannica sul caso che sta scuotendo il mondo. “Esaminerò il caso giovedì di questa settimana e potrei essere in grado di risolverlo. Oppure no”, così ha dichiarato il giudice Nicholas Francis, che si è occupato in questi mesi della vicenda giudiziaria del piccolo Charlie. Proprio tale continuità è stata al centro di una delle obiezioni avanzate dai genitori del bimbo, Chris Gard e Connie Yates, che in udienza hanno chiesto la possibilità di portare il proprio figlio all’estero, per poterlo sottoporre a terapie sperimentali. A fronte anche[…]

Read more