Video Nasa: la missione Tess individua il primo buco nero, distruttore di stelle

Il satellite TESS – Transiting Exoplanet Survey Satellite ha permesso di osservare per la prima volta un buco nero mentre disgrega una stella, creando una cosiddetta perturbazione delle maree. Maggiori informazioni per la comprensione scientifica dell’evento sono arrivate dalle osservazioni effettuate dal Neil Gehrels Swift Observatory NASA e da altri strumenti di rilevamento. Thomas Holoien, Carnegie Fellow ai Carnegie Observatories di Pasadena, California, ha spiegato che “i dati ricevuti dalla missione TESS ci consentono di vedere esattamente quando questo evento distruttivo, chiamato ASASSN 19bt, ha iniziato a diventare più luminoso, cosa che non siamo mai stati in grado di fare[…]

Read more

Innovazione: Nature, ecco il microprocessore con transistor ai nanotubi di carbonio

La notizia del microprocessore – realizzato con transistor a nanotubi di carbonio complementari a ossido di metallo – è stata pubblicata sulla rivista scientifica Nature mercoledì 28 agosto 2019. Come spiega Nature, “i metodi di progettazione e fabbricazione” utilizzati per realizzare questo microprocessore sperimentale, “superano le precedenti sfide associate all’uso dei nanotubi a carbonio”. Con questa innovativa tecnologia sarebbe possibile “fornire un sostituto efficiente dal punto di vista energetico  del silicio nei dispositivi microelettronici avanzati”. Il microprocessore, a 16 bit è composto da più di 14.000 transistor a nanotubi di carbonio – Carbon Nanotube CNT. Lo studio è descritto nell’articolo[…]

Read more
vlt esob tafresh

Scienza, fede e Audiweb, aggiornamento sito

Un giornale che parli di scienza, fede e del loro rapporto reciproco, è un progetto di nicchia, che presumibilmente potrebbe interessare pochi specialisti, e non il cosiddetto pubblico generalista. In realtà, il tono divulgativo e allo stesso tempo rigoroso che abbiamo voluto dare a questa rivista scientifica – che tra qualche settimana crescerà e avrà non poche novità, editoriali e non – ci consente di raggiungere un numero maggiore di persone. Con l’obiettivo di informare, analizzare e spiegare l’informazione giornalistica. E di individuare eventuali fake news – o bufale, se preferite chiamarle così. A prescindere da quale sia l’eventuale orientamento[…]

Read more
Seven Types of Atheism John Gray

Scienza e fede: Sette tipi di ateismo

L’ateismo può essere “religioso” e fideistico come la fede stessa: basato su convinzioni personali, più che sulla logica e la ragione. Lo spiega il Il filosofo britannico John Gray nel suo ultimo libro Seven Types of Atheism – Sette tipi di ateismo. Nel precedente e provocatorio Straw Dogs – Cani di paglia, aveva cercato di dimostrare gli errori del pensiero filosofico e scientifico occidentale, che vede gli esseri umani nettamente al di sopra di tutte le altre specie viventi. Partendo dai filosofi greci, arrivando al cristianesimo, alla filosofia e alla scienza moderne e alle teorie di Darwin sull’evoluzione, Gray affermava l’illusione[…]

Read more

Lincei: attività del mese di ottobre

Lincei: Biomatematica e Medicina Dall’8 all’11 ottobre 2018, nell’ambito delle iniziative previste per l’anno della Biomatematica si è svolto il convegno interdisciplinare Mathematics for Medicine. Al centro dell’evento la modellizzazione matematica applicata a problemi di immunologia, malattie cardiovascolari, neurologia e malattie dell’invecchiamento, oncologia, epidemiologia, endocrinologia, cellule staminali e rigenerazione dei tessuti. Il convegno è stato promosso da European Mathematical Society, Accademia Nazionale dei Lincei, INdAM, CNR, Politecnico di Torino e ESMTB, in collaborazione con il Consiglio Nazionale delle Ricerche di Roma. Chimica e energia solare per un mondo sostenibile Giovedì 18 e venerdì 19 ottobre a Palazzo Corsini, Roma, L’Accademia dei[…]

Read more

Nature: confermata la relatività generale di Einstein

La teoria della relatività generale di Albert Einstein sarebbe stata confermata su scala cosmologica da uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Nature Astronomy. Lo studio è stato realizzato da Jianhua He, Luigi Guzzo, Baojiu Li e Carlton M. Baugh. L’italiano Guzzo è ricercatore dell’Inaf – Istituto Nazionale di Astrofisica e dell’Infn – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. Dalla ricerca emerge non solo la conferma della teoria della relatività generale formulata da Albert Einstein. Ne deriva anche la necessità dell’esistenza nell’universo della materia oscura. Jianhua He, primo autore dell’articolo, ha così spiegato la ricerca: “In questo lavoro abbiamo utilizzato la più[…]

Read more
John Lennox

John Lennox: la fede è parte della mia vita come la scienza

Il matematico John Lennox: “La fede non è un salto nell’ignoto, ma un impegno basato sull’evidenza”. Professore all’università di Oxford, credente, Lennox ha recentemente parlato del proprio rapporto con la fede e con la ricerca scientifica. In un incontro con il filosofo ateo Michael Ruse, Lennox ha spiegato la ragionevolezza della propria fede cristiana. Il confronto con Ruse si è svolto all’Institute of Mechanical Engineers di Londra. “La fede – ha affermato – è parte integrante della mia vita di intellettuale e scienziato”. Una fede per Lennox basata sulla ragione, in modo simile alla scienza. “La mia fede cristiana –[…]

Read more

Planck: confermato il modello standard della cosmologia

INAF e ASI: La missione Planck dell’ESA conferma “la validità del modello standard della cosmologia” L’Agenzia Spaziale Europea – ASI e l’Istituto Nazionale di Astrofisica – INAF spiegano che il modello standard della cosmologia è stato confermato grazie alla missione Planck. Con quella che definiscono “una precisione senza precedenti”. Il satellite Planck dell’ESA – Agenzia Spaziale Europea è stata lanciato con il satellite Herschel il 14 maggio del 2009, dalla base di Kourou, nella Guiana Francese. Pubblichiamo integralmente la nota ufficiale INAF – ASI. Rimandando ad un nuovo articolo in cui esponiamo la sintesi di questa scoperta, della sua importanza, delle prospettive per[…]

Read more

Il fisico McDonald spiega la scienza e come si vince un Premio Nobel

Professore Emerito del Dipartimento di Fisica della Queen’s University di Kingston, in Canada, lo studioso ha tenuto lunedì 11 settembre 2017 all’università di Cagliari una lectio magistralis per docenti e studenti dell’ateneo, parlando della ricerca sui neutrini e la materia oscura, e di quanto questi ambiti di indagine scientifica siano importanti per capire le origini e lo sviluppo dell’universo. Proprio grazie alla scoperta della massa dei neutrini, Arthur Bruce McDonald ha vinto nel 2015 il Premio Nobel per la Fisica con il giapponese Takaaki Kajita. Introdotta dal Rettore Maria Del Zompo, la lezione dal titolo Understanding our Universe from Deep Underground –[…]

Read more