Ossigeno tra le stelle

Un articolo pubblicato nei giorni scorsi sull’Astrophysical Journal ha annunciato la probabile presenza di molecole di ossigeno nello spazio libero, individuate grazie al telescopio spaziale Herschel nella regione di Orione, dove sono numerose le stelle in fase di sviluppo.

Read more

Darwin’s Pious Idea

Why the Ultra-Darwinists and Creationists Both Get It Wrong Di Conor Cunningham Cunningham è conosciuto al grande pubblico per essere l’autore e il presentatore del documentario della BBC Did Darwin Kill God ?, trasmesso nel 2009; assistente direttore del Centre of Theology and Philosophy della Università di Nottingham, in Gran Bretagna, in questo libro si propone di dimostrare come nel dibattito tra scienza e fede, e in particolare tra posizioni esclusivamente darwiniste, e posizioni esclusivamente creazioniste, l’errore sia ugualmente presente.

Read more

Scienziati in Louisiana contro il creazionismo

Nello Stato della Louisiana, negli Stati Uniti, un gruppo di scienziati, tra cui Premi Nobel, si sono dichiaratamente espressi contro l’insegnamento del creazionismo, ammesso da una specifica legge governativa locale; una legge che questi quarantadue ricercatori considerano non accettabile per ragioni scientifiche e culturali, al punto di essersi organizzati per chiederne formalmente l’abolizione, scrivendo anche una lettera ufficiale al Governatore dello Stato. L’obiettivo è di ripetere quanto avvenuto in Pennsylvania, dove la teoria dell’Intelligent Design era stata inizialmente accettata come paragonabile a qualsiasi altra teoria scientifica, divenendo quindi potenzialmente parte dei programmi scolastici dello stato. Un giudizio a Dover aveva[…]

Read more

Ai confini primi e ultimi dell’universo

da  L’Osservatore Romano, 10 aprile 2011 Ai confini primi e ultimi dell’universo La scienza come esperienza religiosa Il centro pastorale dell’Università Cattolica del Sacro Cuore ha ospitato una due giorni di studio sul tema della creazione. Pubblichiamo alcuni stralci di una delle relazioni. di Piergiorgio Picozza Per lo scienziato, dopo un primo momento in cui domina l’emozione della scoperta arriva il momento della riflessione sul ruolo dell’uomo in questo universo in cui noi ci sentiamo soli o solitari, guidati solo dalla nostra intelligenza. Scriveva il grande fisico Stephen Weinberg: “La terra è solo una piccolissima parte di un universo ostile[…]

Read more

Pavel Florenskji: Nulla va perduto

Pubblichiamo la prima parte dell”intervista-colloquio di Paolo Centofanti, Direttore SRM, con il Prof. Adriano Dell’Asta, Vicepresidente della Fondazione Russia Cristiana e docente di Letteratura Russa all’Università Cattolica di Milano, sulla figura di Padre Pavel Florenskji. “Nulla va perduto”. Qual’è il significato del titolo della mostra ? Il titolo si lega alla esperienza complessiva di P. Pavel Florenskji, che si situa tra la fine del 19mo e la prima metà del 20mo secolo; Florenskji nasce nel 1882 e muore fucilato l’8 dicembre del 1937. “Nulla va perduto” vuol proprio significare che questa vita, che si conclude tragicamente e che sembra essere[…]

Read more

Una possibile nuova armonia tra teoria della relatività, meccanica quantistica e metafisica

Questo il senso dell’intervento del prof. Enrico Berti, per il quale “dopo la cosiddetta seconda rivoluzione scientifica, quella verificatasi tra Ottocento e Novecento a opera della teoria delle relatività, del principio di indeterminazione e della fisica quantistica, si è compreso il carattere non necessario, ma approssimativo, cioè statisticamente probabile, della scienza in generale e quindi della stessa cosmologia fisica, quello stesso carattere approssimativo che secondo Aristotele distingueva la fisica dalla matematica”. Il contrasto tra filosofia e fisica classica quindi non era inevitabile, ma, anzi solamente apparente, proprio perché la stessa meccanica classica non era in grado di spiegare la totalità[…]

Read more

Chi ha messo il sale nella zuppa cosmica?

L’evoluzione della vita sulla Terra da L’Osservatore Romano, 16 gennaio 2011 Anticipiamo ampi stralci di uno degli articoli che saranno pubblicati nel prossimo numero della rivista “Vita e Pensiero”. di Fiorenzo Facchini La storia dell’universo registra una crescita di complessità a partire dal Big Bang. Dalla “zuppa cosmica” (radiazioni, particelle cariche elettricamente) dei primi quattrocentomila anni si formarono atomi, molecole, aggregati di materia che portarono a miliardi di galassie. Anche l’evoluzione della vita sulla Terra è segnata da una crescita di complessità a partire dalle forme ancestrali, i procarioti, di 3-4 miliardi di anni fa.

Read more

Galileo, il perspicillum e il messaggio del cielo

da L’Osservatore Romano, 7 marzo 2009 Galileo, il perspicillum e il messaggio del cielo La nuova edizione del «Sidereus nuncius» di Flavia Marcacci * Nell’ambito del Progetto Stoq (Science, Theology and the Ontological Quest) la Pontificia Università Lateranense ha ospitato, nella mattinata di giovedì 26, la presentazione della nuova edizione del Sidereus nuncius di Galileo Galilei, edita dalla Lateran University Press con traduzione e commento di Pietro A. Giustini. Pubblichiamo stralci dell’intervento della curatrice del libro. Sono due mesi – da quando è iniziato il 2009 – che risuona ripetutamente sui media il nome di Galileo Galilei (1564-1642). Motivo:  l’International[…]

Read more

L’universo si gonfia come un palloncino

da L’Osservatore Romano, 27 novembre 2008 L’universo si gonfia come un palloncino Marginalità e centralità dell’uomo nell’universo di Ugo Amaldi I quattrocento anni dalla nascita di Galileo sono un’occasione unica per descrivere il percorso che ha condotto gli astrofisici ad abbandonare l’eliocentrismo, da lui con tanta convinzione propugnato, fino a giungere all’attuale cosmocentrismo. Galileo scoperse le macchie solari e i satelliti di Giove. Dopo di lui telescopi sempre più potenti furono utilizzati per scrutare il cielo notturno e in particolare la Via lattea, che già appariva come un insieme molto denso di stelle. Ma soltanto nel 1918 Harlow Shapley dimostrò[…]

Read more