Scienza, fede, ragione, informazione. Direttore Paolo Centofanti

Eventi settembre 2013

Il Convegno sulla medicina aerospaziale in Vaticano

Non si è parlato solamente di medicina e ricerca spaziale al XXVI Convegno Nazionale dell’AIMAS – Associazione Italiana di Medicina Aeronautica e Spaziale, organizzato congiuntamente con lo European Low Gravity Research Association Biennal Symposium, e che ha visto la partecipazione di scienziati, medici, rappresentanti dell’Aeronautica Militare, e un video dell’astronauta italiano Luca Parmitano, attualmente sulla Stazione Spaziale Internazionale, e che nei giorni scorsi tra l’altro era incorso in un problema tecnico, fortunatamente senza conseguenze anche se potenzialmente rischioso, durante la sua prima passeggiata spaziale.
Quest’anno l’evento, per il quale era stato scelto il tema In the spirit of discovery. Ratio et voluntas inveniendi, si è svolto in Vaticano da mercoledi 11 al sabato 14 settembre 2013; una opportunità per parlare anche di scienza e fede, come ha fatto il primo giorno l’arcivescovo Zygmunt Zimowski, presidente del Pontificio Consiglio della Pastorale per gli Operatori Sanitari, con una lectio magistralis sull’argomento L’esplorazione spaziale dell’uomo, tra fede e scienza, letta da mons. Charles Namugera.
Per Zimowski “scienza e fede possono essere considerate esperienze sorelle, perché hanno origine, in ultima analisi, dall’unico Padre celeste, pur essendo dotata ognuna della propria originalità, della propria missione, del proprio metodo”, e le scoperte ottenute dalla ricerca scientifica, oltre ad aprire “nuovi orizzonti sulla materia vivente e inanimata, così come sulla struttura e sulla storia dell’Universo, sono di importanza cruciale per il mondo della religione”.
Nel corso del convegno è stato anche celebrato il 75mo anniversario del CSA – Corpo Sanitario Aeronautico, istituito e sono stati conferiti i premi scientifici I Guidoniani, assegnati a giovani ricercatori per ricordare tutti i personaggi che hanno ottenuto record aeronautici che, ancora oggi, restano insuperati. Quest’anno sono state premiate due giovani dottorande presso l’Università La Sapienza di Roma, Chiara Burattini, della Facoltà di Ingegneria, e Maddalena Boccia, della Facoltà di Psicologia.
Link RadioVaticana

Lascia una risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: