Scienza, fede, ragione, informazione. Direttore Paolo Centofanti

Eventi 2020

Gran Sasso: un evento online per scoprire i raggi cosmici

Il 4 novembre scorso si è svolto online l’International Cosmic Day, l’evento dedicato ai raggi cosmici.

La terza edizione della Giornata Internazionale dei Raggi Cosmici  si è svolta a L’Aquila, nella sede dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso, INFN – LNGS. Coordinato dai Laboratori Nazionali del Gran Sasso e dal GSSI – Gran Sasso Science Institute, l’evento ha visto la collaborazione dell’Università degli Studi dell’Aquila – Dipartimento di Scienze Fisiche e Chimiche, e la partecipazione sul web di più tremila studenti, di 68 istituti superiori e 55 città.

I Laboratori  e l’Università dell’Aquila, hanno così aderito alla nona edizione dell’’International Cosmic Day – ICD internazionale. L’obiettivo di questa iniziativa è far conoscere agli studenti degli istituti superiori le ricerche attuali sui raggi cosmici. Rispondendo a domande quali “Che cosa sono le particelle cosmiche? Da dove provengono? Che messaggi ci portano? Come possiamo misurarle?”.

Gli studenti hanno potuto ascoltare e chiedere informazioni ricercatori e docenti dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, del Gran Sasso Science Institute e dell’Università dell’Aquila. Hanno avuto inoltre l’opportunità di partecipare a un esperimento scientifico online con il rivelatore di raggi cosmici, Cosmic Ray Cube, utilizzando l’app Cosmic Rays Live.

“E’ stato un piacere constatare che, nonostante le difficoltà del momento, a questo evento abbiano partecipato così tante scuole e studenti da tutta Italia, tra cui oltre 1200 studenti appartenenti a 13 scuole abruzzesi –ha affermato il direttore dei Laboratori Nazionali del Gran Sasso Ezio Previtali. Previtali ha auspicato “che la partecipazione a questo tipo di attività abbia permesso di toccare con mano, seppure in modo virtuale, oggetti scientifici legati alla ricerca di frontiera e che possa contribuire a una maggiore consapevolezza sullo studio della scienza e delle attività di ricerca che si svolgono all’interno dei Laboratori del Gran Sasso.”

Per il professore Ivan De Mitri, coordinatore del Dottorato di Ricerca in Astroparticle Physics al GSSI, “è significativo che a organizzare quest’evento di divulgazione scientifica siano stati il Gran Sasso Science Institute, i Laboratori Nazionali del Gran Sasso e l’Università dell’Aquila. In queste tre istituzioni infatti sono molto attivi dei gruppi di ricerca che studiano la radiazione cosmica di alta energia, nell’ambito di prestigiose collaborazioni internazionali, con esperimenti sia a terra che nello spazio. Ciò contribuisce a fare del polo aquilano un punto di riferimento per la fisica astroparticellare nel mondo.”

Lascia una risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: