Nasa Luna e Marte

Spazio: la Nasa sta per tornare sulla Luna e andare su Marte

La Nasa ha annunciato, con questo video e con una nuova campagna di comunicazione, che l’esplorazione dello spazio sta per avere un  nuovo decisivo impulso. Con l’obiettivo di tornare sulla Luna e creare degli insediamenti umani. E di portare per la prima volta degli astronauti sul pianeta Marte. Jim Bridenstine, Amministratore Nasa, ha infatti affermato: “Andremo sulla Luna nei prossimi dieci anni in un modo che non avevamo mai visto prima. Andremo con nuove tecnologie e sistemi innovativi per esplorare più luoghi sulla superficie di quanto si pensasse fosse possibile. Questa volta, quando andremo sulla Luna, resteremo. E poi useremo[…]

Read more
elphic_south_north_lunar_pole_ice

La Nasa conferma: ghiaccio sui poli lunari

Il ghiaccio è stato rilevato dal Luna Mineralogy Mapper della NASA: importante per future missioni e insediamenti umani sulla Luna Nell’immagine – cortesia Agenzia Spaziale Nazionale Americana – è possibile osservare come il ghiaccio superficiale sia presente al polo sud della luna – immagine a sinistra – e al polo nord – immagine destra. In queste zone la temperatura della superficie non supera mai i – 250 gradi Fahrenheit = – 121 gradi Celsius. La ragione è la minima inclinazione dell’asse di rotazione della Luna, per cui la luce solare non arriva mia in queste aree. L’immagine elaborata è in scala di grigi:[…]

Read more
luna paolo centofanti

Lo sbarco sulla Luna: un successo tecnologico e umano

Arrivare sulla Luna il 20 luglio del 1969 è stato un obiettivo eccezionale Un obiettivo possibile non solo grazie alla scienza, ma anche grazie agli sforzi, al duro lavoro e ai rischi affrontati da tanti esseri umani. Militari, ingegneri, tecnici, impiegati, manager e astronauti. Con il contributo lavorativo e scientifico anche di molte donne. L’ultimo uomo a camminare sulla Luna è stato l’astronauta americano Eugene Cernan, uno dei soli tre astronauti al mondo che abbiano effettuato due volte il viaggio dalla Terra alla Luna. Chernan purtroppo è morto il 16 gennaio del 2017 a Chicago, a quasi 83 anni di età. Il[…]

Read more

Nuovi pianeti vicini alla Terra potrebbero ospitare la vita

Un gruppo internazionale di astronomi e astrofisici ha recentemente individuato un nuovo sistema solare abitabile, simile al nostro,  ad una distanza di soli 12 anni luce: Tau Ceti. Attorno alla stella, con caratteristiche simili al nostro sole, orbitano quattro corpi celesti di dimensioni planetarie. Due di tali pianeti, orbitanti nella zona considerata come abitabile, avrebbero buone probabilità di ospitare forme di vita. Gli scienziati sono arrivati a formulare tale ipotesi grazie al modo in cui i pianeti influenzano la stella con la loro forza gravitazionale. L’annuncio è stato dato in queste settimane dal Telegraph. Per le loro osservazioni gli scienziati hanno utilizzato telescopi in[…]

Read more
kepler 452b 2

Lincei: ci sono pianeti abitabili oltre il sistema solare ?

Questo l’interrogativo al centro di un seminario promosso venerdì 12 maggio 2017 a Roma dall’Accademia Nazionale dei Lincei. L’evento è stato organizzato nell’ambito delle attività per la Classe di scienze fisiche, matematiche e naturali.  Relatore il professor Raffaele Gratton, astronomo dell’INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica, presso l’Osservatorio astronomico di Padova, con una notevole esperienza nelle ricerche sui pianeti, abitabili e non, al di fuori del nostro sistema solare. Ricerche particolarmente complesse al punto che nè l’astrofisica e l’astronomia, né i modelli e le teorie dell’astrobiologia ci hanno ancora portato ad avere ragionevoli certezze sulla possibilità di forme di vita[…]

Read more

NASA: I telescopi spaziali Wise e Spitzer individuano nana bianca più fredda e vicina a noi

I telescopi spaziali WISE – Wide-field Infrared Survey Explorer e Spitzer della NASA hanno recentemente individuato un oggetto nelle vicinanze, confrontate con le misure astronomiche, del nostro Sole: una nana bianca con una temperatura molto bassa, tra i 54 e i 9 gradi Fahrenheit – tra i 48 e i 13 gradi celsius – sotto lo zero, simile a quella del nostro Polo Nord, e che la rende la più fredda tra le stelle nane ad oggi conosciute. Questi corpi celesti si originano inizialmente come altre stelle, come una enorme sfera di gas che collassa su sé stessa, però non avendo[…]

Read more

Plato, una missione per trovare pianeti abitabili

L’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea, ha provato il progetto di una nuova missione scientifica: Plato – Planetary Transits and stellar Oscillations. Obiettivo, trovare pianeti con caratteristiche paragonabili, per temperature, composizione dell’atmosfera e altri parametri chimico-fisici, a quelle della terra, e che possano quindi presumibilmente ospitare forme di vita simili alla nostra, o comunque essere adatti a farlo.Per l’ESA questa missione, tecnicamente molto complessa, è la terza, tra quelle di classe media, ad essere realizzata all’interno di Cosmic Vision, programma di ricerca aerospaziale definito per il periodo 2015-2025.Plato sostanzialmente è un satellite dotato di trentaquattro piccoli telescopi con un enorme campo visivo, grazie[…]

Read more
Kepler Telescope NASA

Vita extraterrestre: Kepler scopre oltre 800 nuovi pianeti adatti ad ospitarla

Sono 833 i nuovi pianeti individuati dal telescopio spaziale Kepler, e che potrebbero essere adatti ad ospitare forme di vita; di questi, almeno dieci hanno una massa pari a poco meno del doppio della Terra, e orbitano attorno al loro sole in una zona abitabile; come spiega il sito della NASA, che ha organizzato e gestisce questa missione, questi sono solamente una parte dei pianeti finora censiti con tali caratteristiche: il loro numero complessivo, dopo 13 anni di osservazioni, è arrivato a 3538; un numero che fa comprendere quanto possano essere elevate le probabilità che il nostro non sia il[…]

Read more