Scienza: come la religione influenza i comportamenti sui social

preghieraUn recente studio mostra come il credo religioso abbia un peso importante sul modo in cui le persone si esprimono e si comportano sulla rete, inducendole a comportamenti e linguaggio più rispettosi degli altri, e con contenuti tendenzialmente più positivi, rispetto ad atei e agnostici. La ricerca è stata realizzata sul social network Facebook, analizzando le interazioni di 12.815 persone di Stati Uniti, Gran Bretagna e Australia.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Social Psychological and Personality Science Journal, con il titolo The Language of Religious Affiliation: Social, Emotional, and Cognitive Differences – Il linguaggio e l’affiliazione religiosa : Differenze sociali, emozionali e cognitive. Dalle indagini appare che le persone che professano una fede utilizzano ad esempio “parole più inclusive madre e noi“, evitano parole volgari, e esprimono più dei non credenti “emozioni positive come ad esempio amore e famiglia“.

Allo stesso tempo, hanno un approccio più sereno, dialogante e costruttivo, e parlano più spesso di tematiche sociali, anche in senso positivo; mentre le persone che non hanno una religione di appartenenza, solitamente esprimono più di altri emozioni negative quali la rabbia, e parlano più frequentemente di situazioni e argomenti negativi. Dallo studio emergerebbero anche differenze di tipo cognitivo tra i due gruppi: chi ha e chi non ha fede.

Leave a Reply