Scienza, fede, ragione, informazione. Direttore Paolo Centofanti

Newsletter 2012, Newsletter luglio 2012

SRM Newsletter n. 208

11 luglio 2012

Il CERN conferma: individuata una nuova particella. È il bosone di Higgs?

Finalmente è arrivata la conferma: i progetti ATLASe CMS, realizzati al CERNdi Ginevra, hanno portato ad individuare una nuova particella finora sconosciuta, le cui caratteristiche sono coerenti con quella ipotizzata dallo scienziato Peter Higgs e con il modello di fisica che ne deriva, il cosiddetto modello standard. La particella è realmente l’ipotizzato bosone? Presto per affermarlo definitivamente, hanno dichiarato Joe Incandela, portavoce dell’esperimento CMS, e Fabiola Gianotti, responsabile dell’analogo ruolo per ATLAS.

La Gianotti ha spiegato come siano stati chiaramente rilevati “segni di una nuova particella, al livello 5 sigma, nella regione di massa intorno ai 126 GeV”. Indubbiamente “le straordinarie performances dell’LHC – Large Hadron Collidere di ATLAS, e i grandi sforzi di tante persone”, hanno permesso ai ricercatori di arrivare “a questo importante e entusiasmante traguardo, ma è necessario un po’ più di tempo per elaborare e preparare i risultati per la pubblicazione”.

LinkSRM

L’Universo “frutto di un Dio intelligente”

La realtà fisica che ci circonda non si è originata dalla casualità, ma è “frutto di un Dio intelligente”; così Mons. Enrico Dal Covolo, rettore della Pontificia Università Lateranense, nel suo intervento alla European Week of Astronomy and Space Science, svoltasi a inizio luglio presso l’ateneo romano. Mons. Dal Covolo ha anche spiegato che “il compito dell’astronomo è quello di utilizzare gli strumenti della tecnologia e l’ingegnosità dell’intelletto umano per ottenere una comprensione scientifica dell’universo, indagando e svelando i suoi misteri”. Per tale fino superiore della ricerca scientifica, “proprio lo studioso, guardando alla complessità dell’universo è spronato a cercare costantemente nuovi modi di esprimere la conoscenza e la comprensione. Tale impegno porta anche a contemplare l’universo come frutto dell’azione di un Dio intelligente e amorevole”

Link SRM

Un oceano di acqua su Titano

In un articolo pubblicato dalla rivista Sciencesono stati presentati gli studi effettuati su Titano, uno dei satelliti di Saturno, tramite la sonda Cassini-Huygens; le analisi portano a ipotizzare, con elevate probabilità, la presenza di un oceano di acqua allo stato liquido, ipotesi che comporterebbe anche la probabilità di presenza di forme di vita.

Le ricerche sono state realizzate da un gruppo di studiosi di NASA, ESA eASI; gli scienziati, guidati dal prof. Luciano Iess, docente presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale dell’Università La Sapienzadi Roma, hanno rilevato deformazioni di Titano durante la sua rotazione, deformazioni in alcuni casi maggiori di 10 metri, e che dimostrano come il satellite non sia composto solamente di roccia o ghiaccio, ma presenti sotto la superficie, sotto una crosta di circa 50 chilometri, una grande massa liquida che fluttuerebbe come le maree terrestri, e la cui profondità è stata valutata intorno ai 250 chilometri.

Link SRM

L’essere umano, la sua natura, i suoi conflitti interiori: innati o frutto dell’evoluzione? 

In un recente articolo pubblicato sul blog The Stonedel New York Times, Edward O. Wilson si interroga sulla natura e sulla apparente duplicità dell’essere umano, un dualismo che in realtà non può essere definito come tale, perché frutto della natura globale e complessa degli esseri umani, di cui non si è ancora compreso quanto sia dovuto ad un’intima essenza dell’uomo, quanto alla genetica e all’evoluzione.

Così, Wilson si chiede se “gli esseri umani siano intrinsecamente buoni, ma possano essere corrotti dalle forze del male, o se al contrario una innata tendenza al peccato possa essere redenta dalle forze del bene”. La risposta, secondo Wilson, è che “siamo tutti delle chimere genetiche, allo stesso tempo santi e peccatori”. Ma qual è la ragione di questa nostra essenza apparentemente contraddittoria, dei nostri conflitti interiori? Per Wilson non è “perché l’umanità abbia fallito nel cercare di raggiungere certi predeterminati ideali religiosi o ideologici, ma a causa del modo in cui le nostre specie si sono originate e definite attraverso milioni di anni di evoluzione biologica”.

Link SRM

Anniversari: Karl Landsteiner

Il 14 giugno del 1868 nasceva in Austria, a Baden Bei Wien, Karl Landsteiner. Medico e biologo, figlio di un noto medico e giornalista, nel 1901 Landsteiner individuò i quattro gruppi sanguigni primari, scoperta per la quale nel 1930 gli fu conferito il Premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia. Successivamente, con il collega Alexander Wiener, Landsteiner scoprì e individuò nel sangue anche il fattore Rh. Era il 1940, pochi anni prima della morte, che avvenne a New York il 26 giugno 1943.

Link SRM

Libri

Caino e l’uomo di Neanderthal. Dio e le scienze, rapporti senza complessi

Di Jacques Arnould

Questo nuovo saggio del teologo domenicano Arnould affronta in modo originale il tema del dialogo tra scienza e fede, trattando alcune delle principali questioni che da sempre emergono nel rapportare e tentare di bilanciare questi due differenti criteri interpretativi del mondo e dell’universo.

Così il libro, tradotto in italiano da Maria Luisa Buratti e pubblicato da Edizioni Studio Domenicano, parla delle possibili origini della vita sulla terra e nel cosmo, o della tentazione di clonare Cristo utilizzando il sangue presente sulla Sindone: “La tentazione di clonare Cristo – scrive Arnould – ancor prima di parlare del tentativo, offre senza dubbio un esempio contemporaneo di gnosi, in altre parole della ricerca di una salvezza nella conoscenza e nel disprezzo della contingenza materiale”. 

Segnaliamo un articolo su Avveniredello stesso autore con il titolo Se la scienza si illude di poter clonare il mistero di Cristo, in cui troviamo alcuni stralci del volume, di 238 pagine.

Link SRM

Eventi recenti

Sulle origini del linguaggio e delle lingue storico-naturali: un confronto tra linguisti e non linguisti

Nel mese di giugno la Società di linguistica italiana ha promosso questo convegno interdisciplinare sulle origini e le basi genetiche, esperienziali, neuroscientifiche del linguaggio, ponendo a dibattito studiosi di varie discipline, linguisti e non.

L’evento, che ha visto confrontare su tali delicate e irrisolte questioni le principali teorie e posizioni scientifiche e filosofiche, da Charles Darwin e Alfred R. Wallace ad oggi, si è svolto presso l’Università di Milano Bicocca il 25 e il 26 giugno 2012.

Link SRM

Prossimi eventi

Tecnologie che contano, Alan Turing tra macchine e computer

Crittografia, codici, e la famosa macchina elettromeccanica codificatrice/decodificatrice Enigma, utilizzata da tedeschi e italiani durante la seconda guerra mondiale per criptare e rendere sicure le comunicazioni tra Italia e Germania, sono al centro di questa mostra allestita dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci, e dall’Università Statale di Milano, per ricordare il logico e matematico britannico Alan Turing nell’anniversario della sua nascita.

Nato nel 1912 e morto nel 1954, Turing diede un fondamentale contributo allo sviluppo dell’informatica e delle tecnologie di criptaggio e decodifica, arrivando a progettare The Bombe, ovvero la macchina che permise agli alleati di decifrare con successo i messaggi codificati da tedeschi e italiani tramite Enigma.

Link SRM

Psicologia e filosofia alla luce dello sguardo fenomenologico 

Essere con l’altro, essere se stesso; la fenomenologia alla prova dell’esperienza

Lezioni estive, tra filosofia, psicologia e psichiatria, con la partecipazione della professoressa Maria Armezzani e del prof. Giorgio Maria Ferlini. Tra i temi affrontati: la fenomenologia husserliana; la fondazione dell’intersoggettività; fenomenologia e neuroscienze; i neuroni specchio e l’intersoggettività.

Organizzato dall’Associazione Spazio Interiore Ambiente nell’ambito delle Vacances de l’Esprit, il percorso formativo si svolge dal 21 al 28 luglio 2012 a Madonna di Campiglio, sulle Dolomiti del Brenta, in provincia di Trento. Per informazioni e per iscriversi all’evento, tel. +39-051225588; fax +39-0510621104, info@asia.it

Link SRM

Serate di Astronomia al Castello di Brescia

Dal 6 luglio al 3 agosto 2012, il Castello di Brescia, sede della Specola Astronomica Cidnea Angelo Ferretti Torricelli, presenta una rassegna di eventi dedicati all’astronomia, il venerdìsera, dalle ore 21.00. Tra gli argomenti degli incontri, l’astronomia dell’antichità, il pianeta Saturno, la storia della conquista della Luna, osservazioni astronomiche, osservazioni solari.

Link SRM

 

Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3927208388

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.info

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com

Il CERN conferma: individuata una nuova particella. È il bosone di Higgs?

Finalmente è arrivata la conferma: i progetti ATLAS e CMS, realizzati al CERN di Ginevra, hanno portato ad individuare una nuova particella finora sconosciuta, le cui caratteristiche sono coerenti con quella ipotizzata dallo scienziato Peter Higgs e con il modello di fisica che ne deriva, il cosiddetto modello standard. La particella è realmente l’ipotizzato bosone? Presto per affermarlo definitivamente, hanno dichiarato Joe Incandela, portavoce dell’esperimento CMS, e Fabiola Gianotti, responsabile dell’analogo ruolo per ATLAS.

La Gianotti ha spiegato come siano stati chiaramente rilevati “segni di una nuova particella, al livello 5 sigma, nella regione di massa intorno ai 126 GeV”. Indubbiamente “le straordinarie performances dell’LHC – Large Hadron Collider e di ATLAS, e i grandi sforzi di tante persone”, hanno permesso ai ricercatori di arrivare “a questo importante e entusiasmante traguardo, ma è necessario un po’ più di tempo per elaborare e preparare i risultati per la pubblicazione”.

Link SRM

L’Universo “frutto di un Dio intelligente”

La realtà fisica che ci circonda non si è originata dalla casualità, ma è “frutto di un Dio intelligente”; così Mons. Enrico Dal Covolo, rettore della Pontificia Università Lateranense, nel suo intervento alla European Week of Astronomy and Space Science, svoltasi a inizio luglio presso l’ateneo romano. Mons. Dal Covolo ha anche spiegato che “il compito dell’astronomo è quello di utilizzare gli strumenti della tecnologia e l’ingegnosità dell’intelletto umano per ottenere una comprensione scientifica dell’universo, indagando e svelando i suoi misteri”. Per tale fino superiore della ricerca scientifica, “proprio lo studioso, guardando alla complessità dell’universo è spronato a cercare costantemente nuovi modi di esprimere la conoscenza e la comprensione. Tale impegno porta anche a contemplare l’universo come frutto dell’azione di un Dio intelligente e amorevole”

Link SRM

Un oceano di acqua su Titano

In un articolo pubblicato dalla rivista Science sono stati presentati gli studi effettuati su Titano, uno dei satelliti di Saturno, tramite la sonda Cassini-Huygens; le analisi portano a ipotizzare, con elevate probabilità, la presenza di un oceano di acqua allo stato liquido, ipotesi che comporterebbe anche la probabilità di presenza di forme di vita.

Le ricerche sono state realizzate da un gruppo di studiosi di NASA, ESA e ASI; gli scienziati, guidati dal prof. Luciano Iess, docente presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Aerospaziale dell’Università La Sapienza di Roma, hanno rilevato deformazioni di Titano durante la sua rotazione, deformazioni in alcuni casi maggiori di 10 metri, e che dimostrano come il satellite non sia composto solamente di roccia o ghiaccio, ma presenti sotto la superficie, sotto una crosta di circa 50 chilometri, una grande massa liquida che fluttuerebbe come le maree terrestri, e la cui profondità è stata valutata intorno ai 250 chilometri.

Link SRM

L’essere umano, la sua natura, i suoi conflitti interiori: innati o frutto dell’evoluzione?

In un recente articolo pubblicato sul blog The Stone del New York Times, Edward O. Wilson si interroga sulla natura e sulla apparente duplicità dell’essere umano, un dualismo che in realtà non può essere definito come tale, perché frutto della natura globale e complessa degli esseri umani, di cui non si è ancora compreso quanto sia dovuto ad un’intima essenza dell’uomo, quanto alla genetica e all’evoluzione.

Così, Wilson si chiede se “gli esseri umani siano intrinsecamente buoni, ma possano essere corrotti dalle forze del male, o se al contrario una innata tendenza al peccato possa essere redenta dalle forze del bene”. La risposta, secondo Wilson, è che “siamo tutti delle chimere genetiche, allo stesso tempo santi e peccatori”. Ma qual è la ragione di questa nostra essenza apparentemente contraddittoria, dei nostri conflitti interiori? Per Wilson non è “perché l’umanità abbia fallito nel cercare di raggiungere certi predeterminati ideali religiosi o ideologici, ma a causa del modo in cui le nostre specie si sono originate e definite attraverso milioni di anni di evoluzione biologica”.

Link SRM

Anniversari: Karl Landsteiner

Il 14 giugno del 1868 nasceva in Austria, a Baden Bei Wien, Karl Landsteiner. Medico e biologo, figlio di un noto medico e giornalista, nel 1901 Landsteiner individuò i quattro gruppi sanguigni primari, scoperta per la quale nel 1930 gli fu conferito il Premio Nobel per la Medicina e la Fisiologia. Successivamente, con il collega Alexander Wiener, Landsteiner scoprì e individuò nel sangue anche il fattore Rh. Era il 1940, pochi anni prima della morte, che avvenne a New York il 26 giugno 1943.

Link SRM

Libri

Caino e l’uomo di Neanderthal. Dio e le scienze, rapporti senza complessi

Di Jacques Arnould

Questo nuovo saggio del teologo domenicano Arnould affronta in modo originale il tema del dialogo tra scienza e fede, trattando alcune delle principali questioni che da sempre emergono nel rapportare e tentare di bilanciare questi due differenti criteri interpretativi del mondo e dell’universo.

Così il libro, tradotto in italiano da Maria Luisa Buratti e pubblicato da Edizioni Studio Domenicano, parla delle possibili origini della vita sulla terra e nel cosmo, o della tentazione di clonare Cristo utilizzando il sangue presente sulla Sindone: “La tentazione di clonare Cristo – scrive Arnould – ancor prima di parlare del tentativo, offre senza dubbio un esempio contemporaneo di gnosi, in altre parole della ricerca di una salvezza nella conoscenza e nel disprezzo della contingenza materiale”.

Segnaliamo un articolo su Avvenire dello stesso autore con il titolo Se la scienza si illude di poter clonare il mistero di Cristo, in cui troviamo alcuni stralci del volume, di 238 pagine.

Link SRM

Eventi recenti

Sulle origini del linguaggio e delle lingue storico-naturali: un confronto tra linguisti e non linguisti

Nel mese di giugno la Società di linguistica italiana ha promosso questo convegno interdisciplinare sulle origini e le basi genetiche, esperienziali, neuroscientifiche del linguaggio, ponendo a dibattito studiosi di varie discipline, linguisti e non.

L’evento, che ha visto confrontare su tali delicate e irrisolte questioni le principali teorie e posizioni scientifiche e filosofiche, da Charles Darwin e Alfred R. Wallace ad oggi, si è svolto presso l’Università di Milano Bicocca il 25 e il 26 giugno 2012.

Link SRM

Prossimi eventi

Tecnologie che contano, Alan Turing tra macchine e computer

Crittografia, codici, e la famosa macchina elettromeccanica codificatrice/decodificatrice Enigma, utilizzata da tedeschi e italiani durante la seconda guerra mondiale per criptare e rendere sicure le comunicazioni tra Italia e Germania, sono al centro di questa mostra allestita dal Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci, e dall’Università Statale di Milano, per ricordare il logico e matematico britannico Alan Turing nell’anniversario della sua nascita.

Nato nel 1912 e morto nel 1954, Turing diede un fondamentale contributo allo sviluppo dell’informatica e delle tecnologie di criptaggio e decodifica, arrivando a progettare The Bombe, ovvero la macchina che permise agli alleati di decifrare con successo i messaggi codificati da tedeschi e italiani tramite Enigma.

Link SRM

Psicologia e filosofia alla luce dello sguardo fenomenologico

Essere con l’altro, essere se stesso; la fenomenologia alla prova dell’esperienza

Lezioni estive, tra filosofia, psicologia e psichiatria, con la partecipazione della professoressa Maria Armezzani e del prof. Giorgio Maria Ferlini. Tra i temi affrontati: la fenomenologia husserliana; la fondazione dell’intersoggettività; fenomenologia e neuroscienze; i neuroni specchio e l’intersoggettività.

Organizzato dall’Associazione Spazio Interiore Ambiente nell’ambito delle Vacances de l’Esprit, il percorso formativo si svolge dal 21 al 28 luglio 2012 a Madonna di Campiglio, sulle Dolomiti del Brenta, in provincia di Trento. Per informazioni e per iscriversi all’evento, tel. +39-051225588; fax +39-0510621104, info@asia.it

Link SRM

Serate di Astronomia al Castello di Brescia

Dal 6 luglio al 3 agosto 2012, il Castello di Brescia, sede della Specola Astronomica Cidnea Angelo Ferretti Torricelli, presenta una rassegna di eventi dedicati all’astronomia, il venerdì sera, dalle ore 21.00. Tra gli argomenti degli incontri, l’astronomia dell’antichità, il pianeta Saturno, la storia della conquista della Luna, osservazioni astronomiche, osservazioni solari.

Link SRM

Contacts SRM:

pcentofanti@gmail.com

info@srmedia.org

0039-3927208388

skype: paolo.centofanti

www.srmedia.info

www.srmedia.org

www.srmediait.blogspot.com

www.srmedia.blogspot.com

Lascia una risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: