Sindone, un convegno tra fede e scienza in Canada

Nelle intenzioni degli organizzatori, spiega Gary Chiang, il convegno vuole sostenere gli studi sulla Sindone, cercando di “andare oltre i confini di fede e scienza”.

Il convegno si svolgerà all’Arthur C. Custance center for science and christianity di Ancaster, Ontario, Canada. Gary Chiang, professore emerito di biologia al Redeemer University College di Ancaster, ritiene certa l’autenticità della Sindone di Torino. Intervistato sulla questione Sindone, ha infatti affermato al Catholic Register che “la scienza ha già risolto il mistero, però la gente non accetterà la risposta”.

Chiang ritiene anche che la stessa scienza sia più simile alla religione di quanto si pensi. Lo dimostrano alcuni approcci scientifici che spesso sembrano basati più su una sorta di fede laica nella scienza, che sulla sperimentazione e la logica razionale. “Alcuni – ha affermato Chiang – pensano che la scienza porti alla verità, ma ha una componente di fede tanto quanto la religione. E come tale può promuovere una menzogna, proprio come può fare una qualsiasi religione”.

Spiegando che gli organizzatori del convegno vorrebbero “correggere questo malinteso”. Mostrando che “nessuna scienza o fede vince, solo la verità vince.” Tra gli obiettivi del convegno, come accennato, c’è il sostegno agli studi sul Sacro Telo, sperando che “la Sindone diventerà un’area legittima di studio accademico”. Tra i relatori vi saranno Joe Nickell, investigatore americano scettico sul “paranormale”, e Joe Marino, sacerdote cattolico.

Marino studia la Sindone con Sue Benford: i due ritengono che la datazione al radiocarbonio potrebbe essere stata falsata da contaminazioni dovute al restauro del Sacro Telo. L’Arthur C. Custance Center for science and christianity prende il nome dal proprio fondatore, canadese di origine britannica vissuto tra il 1910 e il 1985. Custance è autore di numerosi studi e articoli accademici sul rapporto e le possibili connessioni tra testi biblici e scienza. 

Leave a Reply