Scienza, fede, ragione, informazione. Direttore Paolo Centofanti

Libri 2020

L’ipotesi del ritorno di Dio: tre scoperte che rivelano la mente dietro l’Universo

Questo il titolo del nuovo libro di Stephen C. Meyer, sostenitore della teoria del Disegno Intelligente – Intelligente Design.

Filosofo della scienza, Meyer è tra i fondatori del Center for Science and Culture del Discovery Institute, la più nota e influente organizzazione, tra quelle che sostengono la discussa teoria del Disegno Intelligente. Nato a Spokane, Stati Uniti, nel 1958, Stephen Meyer ha ottenuto un Bachelor of Science in fisica e scienze della terra nel 1981 alla Whitworth University, e nel 1991 un dottorato di ricerca in storia e filosofia della scienza  all’Università di Cambridge.

Dopo il Bachelor aveva iniziato a lavorare come geofisico per una società privata americana. Vincitore di una borsa di studio, come accennato è andato a Cambridge per perfezionare i propri studi, e dopo il dottorato di ricerca ha insegnato filosofia alla Whitworth University e alla Palm Beach Atlantic University. Attualmente è Senior Fellow del Discovery Institute e direttore del Center for Science and Culture.

L’ipotesi del ritorno di Dio: tre scoperte scientifiche che rivelano la mente dietro l’Universo. The Return of the God Hypothesis: Three Scientific Discoveries Revealing the Mind Behind the Universe.

Questo il titolo del suo ultimo libro, in cui Meyer vuole dare, attraverso la ragione, e le scoperte della scienza, una risposta al mistero più grande dell’universo: Dio. L’autore utilizza come dimostrazione della necessità dell’esistenza di Dio, tre scoperte di tre differenti discipline scientifiche: la biologia la cosmologia e la fisica. Spiegando che:

  • La biologia dimostra “che da quando è nato l’universo, devono essere sorte grandi quantità di informazioni genetiche presenti nel DNA per rendere possibile la vita”.
  • La cosmologia dimostra “che l’universo materiale ha avuto un inizio”.
  • La fisica dimostra “che, fin dall’inizio, l’universo è stato finemente sintonizzato, per consentire la possibilità della vita”.

Per Stephen Meyer, talis coperte dimostrano non solo “l’esistenza di un progettista intelligente di qualche tipo, ma l’esistenza di un creatore teistico”.

Lascia una risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: