Scienza, fede, ragione, informazione. Direttore Paolo Centofanti

News 2020, News ottobre 2020

Premio Nobel 2020 per la fisica a Penrose, Genzel e Ghez

Il premio Nobel per la fisica 2020 è stato assegnato a Roger Penrose, Reinhard Genzel e Andrea Ghez.

L’Accademia Reale Svedese delle Scienze ha assegnato il Nobel al 50 per cento a Penrose “per la scoperta che la formazione del buco nero è una robusta previsione della teoria della relatività generale”, e al restante 50 per cento a Genzel e Ghez “per la scoperta di un oggetto compatto supermassiccio al centro della nostra galassia”.

Roger Penrose, spiega l’Accademia Svedese delle Scienze, utilizzando “metodi matematici ingegnosi”, ha dimostrato “che la teoria generale della relatività porta alla formazione di buchi neri”. Lui stesso precedentemente non era certo dell’esistenza dei buchi neri. Aveva poi cambiato opinione, e nel 1965, ovvero dieci anni dopo la morte di Albert Einstein, aveva dimostrato la possibilità della loro esistenza, e spiegato come potevano formarsi e quali ne fossero le caratteristiche.

Nato nel 1931 a Colchester, Regno Unito, Roger Penrose, ha ottenuto nel 1957 un Ph.D. all’Università di Cambridge, Regno Unito. È professore all’Università di Oxford, Gran Bretagna.

Mentre “Reinhard Genzel e Andrea Ghez hanno scoperto che un oggetto invisibile ed estremamente pesante governa le orbite delle stelle al centro della nostra galassia. Un buco nero supermassiccio è l’unica spiegazione attualmente nota”. I due scienziati dagli anni novanta hanno studiato una regione della nostra galassia denominata  Sagittario A, e situata al centro della galassia stessa. Con le loro ricerche hanno “fornito le prove più convincenti di un buco nero supermassiccio al centro della Via Lattea”.

Reinhard Genzel è nato nel 1952 a Bad Homburg vor der Höhe, Germania. Nel 1978 ha ottenuto il proprio Ph.D. 1978 all’Università di Bonn, Germania. È direttore del Max Planck Institute for Extraterrestrial Physics, Garching, Germania e professore all’Università della California, Berkeley, USA.
Andrea Ghez è nato nel 1965 a New York, Stati Uniti. Ha ottenuto il proprio Ph.D. nel 1992 al California Institute of Technology, Pasadena, USA. È professore all’Università della California, Los Angeles, USA.

Per David Haviland, presidente del Comitato per il Nobel per la fisica, “le scoperte dei vincitori di quest’anno hanno aperto nuovi orizzonti nello studio di oggetti compatti e supermassicci. Ma questi oggetti esotici pongono ancora molte domande che chiedere risposte e motivare la ricerca futura. Non solo domande sulla loro struttura interna, ma anche domande su come testare la nostra teoria della gravità nelle condizioni estreme nelle immediate vicinanze di un buco nero.”

Link Nobelprize.org.

Lascia una risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: