Geoneutrini: il mantello della terra è costituito di uranio e torio

Grazie allo studio dei geoneutrini effettuato con l’esperimento Borexino nei Laboratori sotterranei del Gran Sasso, INFN – LNGS, abbiamo la conferma che gran parte del mantello del nostro pianete è composto di uranio 238 e torio 232. Come spiegano i Laboratori del Gran Sasso, l’esperimento Borexino è protetto dalla roccia della montagna che lo circonda, e si trova così “in quello che viene chiamato silenzio cosmico“. Borexino, frutto di una collaborazione inetrnazionale ha un record: “è l’esperimento più puro al mondo per la misura dei neutrini, non solo quelli provenienti dal Sole ma anche quelli provenienti dalle viscere della Terra,[…]

Read more

ESO: spettacolare video delle stelle nella regione centrale della via Lattea

Uno spettacolare video di stelle della regione centrale della Via Lattea, pubblicato dall’ESO – European Southern Observatory. Il video, realizzato grazie allo strumento HAWK-I e disponibile pure in formato 4K, riepiloga le osservazioni effettuate dal Very Large Telescope – VLT dell’ESO sull’area centrale della Via Lattea. E mostra “nuovi dettagli sulla storia della nascita delle stelle nella nostra galassia”. L’ESO inviata a guardare il video per “scoprire di più sulle straordinarie immagini catturate con lo strumento HAWK-I installato sul VLT, e le scoperte fatte sulla formazione stellare nella regione centrale della nostra galassia”. Questo nuovo video è parte degli ESOcast[…]

Read more

Cervello: la nostra memoria cambia con il modo in cui impariamo

Lo spiega uno studio pubblicato su Nature Communications: i percorsi neurali del nostro cervello, quando impariamo qualcosa di nuovo, cambiano in base al modo in cui impariamo. Lo studio, realizzato da ricercatori dell’università di Oxford, Gran Bretagna, è stato pubblicato il 20 ottobre 2019 su Nature Communications volume 10, 4835, con il titolo Multiple associative structures created by reinforcement and incidental statistical learning mechanisms. Strutture associative multiple create da rinforzi e meccanismi di apprendimento statistico incidentale. La ricerca è stata condotta da studiosi del Dipartimento di Psicologia Sperimentale, del Wellcome Center for Integrative Neuroimaging – WIN, e del Dipartimento di[…]

Read more
Zhores_Alfyorov_2012

Zores Alferov, premio Nobel e pioniere dell’elettronica moderna

Ricorre il 15 marzo l’anniversario della nascita del fisico sovietico Zores Alferov. Vincitore del premio Nobel per la fisica nel 2000 con Jack Kilby e Herbert Kroemer, Alferov è stato uno  dei maggiori artefici degli sviluppi della fisica delle eterostrutture e dell’elettronica nel ventesimo e ventunesimo secolo. Il suo apporto scientifico è stato fondamentale anche per lo sviluppo di laser, LED e celle solari. Nel 2001 gli era stato conferito il premio Kyoto per le Tecnologie Avanzate. Zores Ivanovic Alferov è morto purtroppo due settimane fa, il 1 marzo del 2019. Era nato il 15 marzo del 1930 a Vitebsk[…]

Read more
World Oceans Day

Oggi è il World Oceans Day, la giornata mondiale degli Oceani

Celebriamo il World Oceans Day, per difendere il mare dall’inquinamento e dallo sfruttamento economico e senza regole Eventi in tutto il mondo oggi, venerdì 8 giugno 2018, per la giornata mondiale degli Oceani di cui vi  avevamo parlato lunedì scorso. Il tema di quest’anno è Prevenire l’inquinamento plastico e incoraggiare soluzioni per un oceano sano. La plastica è una delle maggiori causa di inquinamento, diretto e indiretto, dei nostri oceani. Oltre al danno di depositarsi su spiagge e fondali, rovinando la bellezza del mare e dei suoi paesaggi, viene ingerita dai grandi mammiferi marini, portandoli quasi sempre alla morte. Frammentata e scomposta[…]

Read more

Galimberti: marketing e pubblicità non sostituiscano il giornalismo

Galimberti ha richiamato in tal senso Luca Dini, Condè Nast Alessandro Galimberti, presidente OdG Lombardia, giovedì 12 aprile 2018 è intervenuto formalmente su alcune annose questioni. La necessità di una netta e visibile distinzione tra marketing, pubblicità e attività giornalistica. L’obbligo di assegnare ruoli giornalistici – a maggior ragione quando di rilievo – a giornalisti iscritti all’Albo. Non, come purtroppo avviene spesso, a blogger, influencer o altre figure non giornalistiche. Il rispetto, su questi e altri ambiti, delle norme etiche, deontologiche e giuridiche che regolano o devono comunque guidare la professione giornalistica. L’intervento di Galimberti è stato diretto in particolare[…]

Read more

Gran Sasso: Meeting sulla Materia Oscura

Dal 5 al 9 marzo il GSSI – Gran Sasso Science Institute – ha ospitato il General Meeting della Collaborazione scientifica DarkSide, sulla materia oscura. A questi cinque giorni di studi hanno partecipato studiosi provenienti da tutto il mondo. Si sono confrontati sui più recenti sviluppi della fisica nell’ambito di indagine della presenza nell’universo della materia oscura, delle sue caratteristiche, e delle su interazioni con la materia non oscura. Anticipando o ipotizzando quelli che saranno i possibili futuri avanzamenti in quest’ambito di ricerca. Questo evento internazionale era promosso dal GSSI, dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare INFN e dalla Princeton University. Nel[…]

Read more

Perché la scienza segue le moderne vie della seta: intervista a Lucia Votano

Intervistare una scienziata e ricercatrice di rilevanza internazionale, prima donna ad aver ricoperto l’incarico di Direttore del Laboratorio Nazionale del Gran Sasso – LNGS dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – INFN. Pensiamo sia un buon modo per ricominciare a pubblicare con una certa regolarità interviste a personaggi di spicco del mondo della scienza, della cultura, della religione. Abbiamo intervistato la fisica Lucia Votano, autrice del volume La via della seta. La fisica da Enrico Fermi alla Cina di cui avevamo parlato nelle scorse settimane. E di cui pubblicheremo una recensione più approfondita tra qualche tempo. La professoressa Votano – autrice di circa[…]

Read more
Oumuamua, cortesia Eso - Komesser

In cerca di segnali radio da Oumuamua

Il progetto Breakthrough Listen e il SETI Institute stanno ancora lavorando nella ricerca di eventuali segnali radio dal più atipico asteroide che abbia attraversato il nostro sistema solare. Un asteroide per di più interstellare, quindi proveniente dallo spazio esterno, altra sua particolarità finora mai individuata in altri corpi celesti. Al punto da far ipotizzare anche che possa essere costituito di materia oscura. L’ipotesi che Oumuamua possa essere artificiale, realizzato da esseri alieni, è spiegata in un articolo pubblicato in questi giorni sulla rivista Scientific American. Nasce non solo dall’origine e dalla forma dell’asteroide, comunque atipica e tale da farlo sembrare decisamente[…]

Read more