meridiana francesco bianchini santa maria degli angeli

Scienza e fede: la Meridiana di Santa Maria degli Angeli

La Meridiana Clementina di Santa Maria degli Angeli a Roma, opera di Francesco Bianchini, nella storia dell’astronomia e come simbolo del rapporto tra fede e scienza. Questi alcuni dei temi affrontati in un evento a Roma martedì 15 ottobre 2019: La Meridiana di Santa Maria degli Angeli. Nuove scoperte al servizio della storia della scienza e della Chiesa. Una lectio magistralis offerta dall’astrofisico Costantino Sigismondi ICRA – Università di Roma La Sapienza. La Lectio coincide con l’inaugurazione del nuovo anno accademico del Master in Scienza e Fede dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum. Docente per il Master in Scienza e Fede, il[…]

Read more

Astronomia: spettacolari immagini e video della grande nube di Magellano

Il telescopio VISTA dell’ESO mostra spettacolari immagini e video in 4K uhd della Grande nube di Magellano, uno delle galassie a noi più vicine. Gli astronomi hanno potuto osservare la galassia e la vicina Piccola nube di Magellano, riuscendo ad avere immagini e informazioni finora non ottenute dalle precedenti osservazioni. I ricercatori possono così osservare molte nuove stelle, e avere “nuove opportunità per studiare l’evoluzione stellare, la dinamica galattica e le stelle variabili”. La Grande nube di Magellano, o LMC, è uno dei galassie più vicine al nostro pianeta, ad una distanza di 163.000 anni luce dalla Terra. Questa galassia,[…]

Read more

Evoluzioni: quindici miti che spiegano il mondo

Parla di evoluzione, di scienza e di miti questo libro del filosofo della scienza israeliano Oren Harman. Evolutions: Fifteen Myths That Explain Our World, questo il titolo originario del volume, tradotto e pubblicato in Italia nel luglio 2019 da Codice Edizioni. Evoluzioni: quindici miti che spiegano il nostro mondo, si propone di spiegare come, “per descrivere le inspiegabili forze degli elementi naturali, cercare un senso alla propria presenza nel mondo e interrogarsi sui misteri della vita e della morte”, l’essere umano abbia “sempre fatto ricorso ai miti”. Miti che nel passato potevano essere “ingenui, suggestivi, terrificanti, meravigliosi”. E che –[…]

Read more

Notizie recenti, tra fede, scienza e cultura

Pubblichiamo alcune delle più rilevanti notizie di queste settimane, su tematiche di scienza, fede e cultura. Scienza e fede. La Biblioteca Nazionale di Israele ha reso disponibili alcuni scritti teologici di Isaac Newton, e testi e manoscritti dedicati alla religione e a questioni di fede. Gli scritti erano stati comprati nel 1936 da Abraham Shalom Yahuda, uno studioso biblico israeliano. Ne parliamo su SRM – Science and Religion in Media e in un prossimo articolo questo settimana Religione e Santa Sede. Venerdì 26 luglio 2019 è morto a El Cobre il cardinale emerito Jaime Lucas Ortega y Alamino. Era stato[…]

Read more

Nature: astronomia, tracciati nuovi misteriosi fast radio burst

I nuovi fast radio burst, molto intensi e della durata di millisecondi, sono stati tracciati in una galassia massiccia situata a circa 3,6 milioni di anni luce  dalla nostra. La scoperta è stata pubblicata online questa settimana dalla rivista scientifica Nature. I fast radio burst sono impulsi ultraveloci di onde radio. La causa di questi impulsi radio ad oggi non è stata definita, così come la loro reale origine. Gli scienziati hanno finora ipotizzato che arrivino da galassie lontane, ma la estrema brevità degli impulsi radio rende difficile determinarlo con certezza. Come spiega l’articolo Nature, mentre sono state formulate differenti[…]

Read more

Astrofisica: due specchi per individuare i raggi gamma

Due specchi sono meglio di uno per osservare il cielo gamma Prima osservazione nei raggi gamma di altissima energia della Nebulosa del Granchio con il telescopio ASTRI Horn sull’Etna. Questa è la prima osservazione di una sorgente celeste nei raggi gamma alle energie del TeV rilevata da un telescopio a luce Chernekov per la rilevazione di raggi gamma che adotta l’innovativa configurazione a due specchi – detta Schwarzschild Couder – INAF CTAO Esattamente 30 anni dopo la prima osservazione storica della Nebulosa del Granchio alle energie TeV, che ha aperto l’era dell’astronomia nei raggi gamma di altissima energia con la[…]

Read more
Omega Centauri ESO

Astronomia: Nature, identificate le stelle perdute di Omega Centauri

Le stelle perdute sono quelle che stanno uscendo dall’ammasso globulare Omega Centauri, a causa della forza mareale della Via Lattea. Lo mostra uno studio realizzato da studiosi dell’Osservatorio Astronomico di Strasburgo, dell’Università di Stoccolma e dell’Istituto Nazionale di Astrofisica – Inaf. Lo studio è stato pubblicato sulla rivista scientifica Nature Astronomy con il titolo Identification of the long stellar stream of the prototypical massive globular cluster ω Centauri. Identificazione del lungo flusso stellare del massiccio cluster globulare prototipico ω Centauri. Doi 10.1038/s41550-019-0751-x. Gli autori sono Michele Bellazzini, Paolo Bianchini, Rodrigo A. Ibata,  Khyati Malhan e Nicolas Martin. La disgregazione di[…]

Read more
Accademia Nazionale dei Lincei Palazzo Corsini

Lezione lincee di fisica: le astroparticelle

Neutrini solari e radiazioni emesse da altri corpi celesti. Flussi di particelle che possono arrivare ad avere  una enorme energia. Questo uno dei temi della Lezione Lincea di fisica svoltasi a Roma mercoledì 3 aprile 2019, nella Palazzina dell’Auditorio, con il titolo Le Astroparticelle. L’evento è stato organizzato dall’Accademia Nazionale dei Lincei e dal Centro Linceo Interdisciplinare Beniamino Segre, e curato da Paolo De Bernardis, socio linceo e professore all’Università di Roma La Sapienza. Le Lezioni Lincee di Fisica sono indirizzate a studenti e insegnanti delle scuole secondarie superiori. Questa tipologia di eventi, come le Lezioni organizzate su altre discipline[…]

Read more

Capire l’evoluzione dell’universo attraverso i quasar

Espansione dell’Universo: più vicini al Big Bang grazie ai quasar Uno studio dei ricercatori di Università di Firenze, INAF e Centre for Extragalactic Astronomy – Durham University misura l’evoluzione dell’Universo nei primi miliardi di anni dal Big Bang. La ricerca è stata pubblicata su Nature Astronomy. Un nuovo studio pubblicato oggi sulla rivista Nature Astronomy da Guido Risaliti (Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’Università di Firenze e associato INAF presso l’Osservatorio di Arcetri) ed Elisabeta Lusso (Centre for Extragalactic Astronomy, Durham University) ha permesso per la prima volta di misurare l’espansione dell’Universo andando indietro nel tempo fino a circa un[…]

Read more