Sindone: una nuova ostensione ufficiale ?

La nuova ostensione ufficiale della Sindone è ipotizzata per 2025, anno in cui si svolgerà il nuovo Giubileo Universale della Chiesa Cattolica.

L’evento avrebbe luogo dieci anni dopo la visita di Papa Francesco, il 2 maggio 2015, e l’ultima ostensione solenne, organizzata dal 19 aprile al 25 giugno dello stesso anno. Le precedenti ostensioni si sono svolte nel 1978, 1998, 2000, 2010, e nel 2013 era stata organizzata una sola ostensione televisiva. Al prossimo evento non parteciperà in forma ufficiale l’arcivescovo Cesare Nosiglia, perché terminerà naturalmente il proprio mandato nel 2021.

Nella precedente ostensione del 2015, Nosiglia, aveva ricordato il discorso di papa Francesco per l’Ostensione televisiva del 2013, spiegando che “con la croce il Signore ha preso su di sé tutto il male e l’ingiustizia dell’umanità, per darci la forza di superarle e vincerle; la Sindone testimonia quanto la vita prevalga sulla morte, l’amore sulla violenza e sull’odio”. Perché “Il mondo ha bisogno di Amore”, quell’Amore che vince sul male e che porta riconciliazione; più forte delle avversità e delle difficoltà”.

Il restauro della Cappella del Guarini premiato dalla Commissione Europea e da Europa Nostra.

I delicati e complessi lavori di recupero della Cappella del Guarini, dal tragico incendio dell’11 aprile 1997, sono stati completati dopo più di due decadi, nel 2018. La loro complessità ha spinto la Commissione Europea e Europa Nostra, rete europea per il patrimonio culturale, a conferire all’opera il Premio del patrimonio europeo – Premio Europa Nostra 2019. Il il 29 ottobre avrà luogo a Parigi la cerimonia di premiazione dell’European Heritage Awards, alla presenza del Commissario Europeo Tibor Navracsics, con l’alto patrocinio del Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron.

Per celebrare il premio europeo e l’anno trascorso dalla riapertura della Cappella del Guarini il 22 novembre i Musei Reali organizzano una giornata di eventi pubblici. “Indubbiamente è stata una grande emozione”, questo il commento di Enrica Pagella, direttrice dei Musei Reali. La direttrice ha spiegato che “l’inaugurazione e il convegno internazionale che ha fatto seguito hanno permesso di restituire a tutti questo capolavoro, grazie agli sforzi dei tanti che hanno lavorato per salvarlo. Il pubblico ha risposto in maniera positiva tanto che i dati di accesso ai Musei Reali sono in continua crescita”.

Leave a Reply