Scienza, fede, ragione, informazione. Direttore Paolo Centofanti

Eventi febbraio 2016

Un Pozzo di Scienza, per spiegare l’ambiente nelle scuole

pozzo di scienza 2015

pozzo di scienza 2015La difesa dell’ambiente e la comprensione delle questioni ecologiche e climatiche, e delle eventuali emergenze in tali ambiti, richiedono che siano adeguatamente formati anche i giovani, che in futuro vivranno in un mondo sempre più complesso dal punto di vista ambientale, e potranno valutare e decidere, come cittadini o come decisori istituzionali, su priorità e opportuni provvedimenti.

Questo è l’obiettivo dell’iniziativa Pozzo di Scienza, che torna con una nuova edizione in Emilia Romagna tra febbraio e marzo 2016, per spiegare l’ambiente agli studenti degli istituti secondari e superiori. Il programma di eventi è già partito a Modena dal 22 al 27 febbraio, per poi riprendere a 
Ferrara dal 29 febbraio al 5 marzo; le attività continueranno poi a 
Bologna, dal 7 al 12 marzo, e a 
Rimini dal 14 al 17 dello stesso mese.

Inaugurano la rassegna gli incontri di Meet the Science, per parlare di ecologia, ecosistemi, biodiversità, fonti energetiche rinnovabili e sostenibili; agli eventi si affiancano le proiezioni di documentari ambientali internazionali nella rassegna Global Docs: l’ambiente va in onda;

Coinvolgono invece direttamente gli studenti quattro Laboratori inediti hands – on in cui potranno confrontarsi tra di loro e mettere alla prova le proprie capacità di ragionamento, affrontando insieme alcune delle questioni ambientali e energetiche più urgenti e complesse. Con l’iniziativa Al Cuore della Ricerca, realizzata in collaborazione con l’Università di Bologna e il Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Ferrara, gli studenti potranno poi visitare anche alcune delle strutture di ricerca italiane più importanti e innovative.

Martedì 27 aprile dalle 10.00 sarà invece il Click Day, una gara online a squadre che coinvolgerà le classi in un quiz a tempo, e che premierà i vincitori con un viaggio per visitare a Trieste il Sincrotrone Elettra, l’acceleratore di particelle a cui lavorano ogni anno mille scienziati, su progetti internazionali di fisica, biologia, chimica, scienza dei materiali. Concluderà il programma di eventi la maratona fotografica DISTURbo, per sperimentare le proprie capacità fotografiche e la propria creatività.

Lascia una risposta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: