Randall Johnson: il Premio Nobel per la medicina ad una scoperta da manuale

Il professor Randall Johnson, membro dell’assemblea dei Premi Nobel, ha così commentato il conferimento del prestigioso riconoscimento a William Kaelin, Peter J. Ratcliffe e Gregg Semenza.

“Gli scienziati – ha affermato Randall Johnson in una intervista alla giornalista freelance Lotta Fredholm – spesso girano attorno a questa frase: scoperta da manuale. Però direi che questa è davvero una scoperta da manuale”. Il video, visibile in quest’articolo, è stato pubblicato sul sito web ufficiale Nobelprize.org.

Johnson è professore di fisiologia molecolare e patologia all’Università di Cambridge, e professore al Karolinska Institute, Svezia. Nell’intervista spiega che Kaelin, Ratcliffe e Semenza “hanno notevolmente ampliato le nostre conoscenze su come la risposta fisiologica rende possibile la vita”. E che i loro studi ci dicono “la verità fondamentale su come funzionano le cellule”. Perché “l’ossigeno è essenziale per la vita e viene utilizzato praticamente da tutte le cellule animali”, e in tutte le fasi e le situazione dell’esistenza.

“Ad esempio – spiega Johnson – quando ti alleni, stai consumando ossigeno a un ritmo molto più rapido. Questo è un interruttore che aiuta la cellula a capire quanto ossigeno sta ricevendo e come dovrebbe comportarsi”. Allo stesso tempo, “se hai un ictus, all’improvviso non arriva ossigeno al cervello. Quelle cellule, se vogliono sopravvivere, devono trovare un modo per adattarsi a quel livello di ossigeno.” Vedi Premio Nobel per la medicina a William Kaelin, Peter J. Ratcliffe e Gregg Semenza.

Leave a Reply