Il multiverso, tra scienza e fede

Parla delle teorie sul multiverso, e delle questioni che ne derivano per scienza e fede, questo libro di Mary Jane Rubenstein.

Il volume è pubblicato da Columbia University Press, e vuole rispondere alle molte domande che scienza, filosofia e teologia si pongono sull’universo: perché esiste, chi  e come lo ha creato, quali sono le sue caratteristiche, quale è la sua finalità. Worlds without end: the many lives of the multiverse – Mondi senza fine: le molte vite del multiverso, rende in realtà tali questioni ancora più complesse, postulando una realtà di universi paralleli, che potrebbero anche essere illimitati.

In una tale dimensione – anzi multidimensione – che senso avrebbero Dio, la creazione, l’uomo ? Quale sarebbe la spiegazione filosofica e teologica di un multiverso ? E quale ne sarebbe la ragione ? Parliamo di ipotesi che se prima sembravano appartenere soprattutto alla fantascienza, negli ultimi anni hanno preso sempre maggior forza in ambiti scientifici. Mary Jane Rubenstein le espone nel libro e le spiega collegandosi anche alla filosofia greca antica, e al modo in cui queste e altre ipotesi possono influire sulla scienza come sulla nostra fede.

Spiegando anche la teoria del fine tuning dell’universo: la realtà cosmologica sarebbe progettata  in modo da creare condizioni adatte al sorgere e al progressivo evolvere di forme di vita. Per chi crede, se tale teoria fosse confermata, potrebbe in un certo modo confermare l’esistenza di Dio, autore di tale progetto cosmico. Per chi è scettico, sarebbe invece una conferma della non necessità di un Dio creatore, in un universo che si sarebbe creato e si regolerebbe da solo.

Rubenstein spiega anche che l’ipotesi del multiverso richiede un approccio multidisciplinare – tra scienza e metafisica – all’origine e allo sviluppo del cosmo. E che l’eventuale conferma di tale teoria renderebbe necessario un nuovo approccio scientifico e filosofico, e forse un modo nuovo e  più consapevole di vedere la propria fede. Mary Jane Rubenstein ha un PhD in Filosofia della religione. Professore di religione alla Wesleyan University, nel 2009 ha pubblicato Strange Wonder: The Closure of Metaphysics e The Opening of Awe – Columbia University Press.

Leave a Reply